Privacy Policy QUALCOSA E' CAMBIATO AL COMUNE SUL PRG, L'EX SPERO, LA MARINA DI ARCHIMEDE E LA STAZIONE MARITTIMA – I Fatti Siracusa

QUALCOSA E’ CAMBIATO AL COMUNE SUL PRG, L’EX SPERO, LA MARINA DI ARCHIMEDE E LA STAZIONE MARITTIMA

C’è stato un rimpasto al Comune e Maura Fontana non è più all’Urbanistica. Al suo posto c’è il debuttante Imbrò. Cosa è cambiato? Restano validi gli orientamenti espressi dall’assessore Fontana o qualcosa è cambiato rispetto all’intervista che pubblichiamo?

Non è facile fare l’assessore all’Urbanistica al Comune di Siracusa e ne sa qualcosa l’architetto Maura Fontana da poco tempo chiamata all’arduo compito. Assessore, cominciamo dall’aggiornamento del Piano regolatore generale

E’ un atto necessario, ma è anche un atto di non  facile soluzione con un iter molto complesso.

Perché. Un esempio?

Ovviamente sono d’accordo con  l’amministrazione nel dire stop all’utilizzo di nuove aree, ma c’è anche da fare i conti con decine di esigenze..

Ci sono problemi con il parco archeologico? Non si tratta di una semplice sovrapposizione al Prg e al piano paesaggistico esistente?

Non è una semplice sovrapposizione. A differenza di tutti gli altri parchi siciliani, quello di Siracusa è praticamente un parco cittadino e questo  è all’origine di diversi problemi di merito. Mancherebbero o non sarebbero utilizzabili aree F2 e in questo caso l’amministrazione dovrebbe andare a reperirle fra quelle agricole o quelle edificabili. E questo solo per fare un esempio campione.

E quindi?

Quindi abbiamo posto un quesito alla Soprintendenza anche per sapere qual è la linea guida. Ovviamente poi per aggiornare il piano regolatore generale e farlo in  tempi ragionevoli occorrono risorse esterne visto che il personale comunale è di assoluta eccellenza, ma il numero non è adeguato per un impegno così gravoso.

Veniamo all’Ex Spero. L’orientamento dell’Amministrazione è di concludere. Lo diciamo visto che questa storia dura ormai da svariati lustri 

Per l’ex Spero siamo nella fase della riapertura di un dialogo fra il Comune e la nuova proprietà. Naturalmente il Comune rispetta le sentenze pregresse e abbiamo anche chiesto alla Soprintendenza un nuovo pronunciamento di merito.

Marina di Archimede. Nonostante tutto quello che è successo e lo stop ai lavori stiamo parlando di una grande occasione occupazionale per Siracusa

Lo sappiamo bene e voglio anzi sottolineare che l’amministrazione non ha nessuna intenzione di abbandonare la Marina di Archimede. C’è una situazione in corso che vede alcuni aspetti giudiziari, ma non c’è dubbio che uno sbocco è possibile e c’è anche la possibilità di togliere i vincoli del Sin. Insomma, la Marina di Archimede è una questione in divenire che vede il Comune attento e propositivo.

Ultima vicenda quella che riguarda la stazione marittima, la struttura  di supporto ai crocieristi siracusani

Fra il 12 e 18 febbraio stabiliremo il Rup visto che il funzionario a cui era stato assegnato va in  pensione. Ovviamente per la gestione l’orientamento di massimo sarà quello di un bando di gara.

Condividi questo Articolo