Privacy Policy IL CORPO DI SANTA LUCIA DEVE TORNARE A SIRACUSA – I Fatti Siracusa

IL CORPO DI SANTA LUCIA DEVE TORNARE A SIRACUSA

Rep: Domani Catania festeggerà il ritorno definitivo delle reliquie di sant’Agata, avvenuto il 17 agosto del 1126, dopo che erano state trafugate e portate a Costantinopoli, un anno dopo di quelle della nostra Patrona Lucia.

Nel corso dei secoli – scrivono in una lettera aperta Sergio Bonafede e Salvo Sorbello – non è mai venuta meno l’aspirazione di noi siracusani a poter riabbracciare per sempre il corpo della nostra Santa, che deve tornare nella sua e nostra città, dov’è nata e dove è stata martirizzata.

Seguendo l’insegnamento di autorevoli Pastori della nostra Arcidiocesi e proseguendo nell’impegno di tanti laici (anche con delibere ufficiali del consiglio comunale di Siracusa, come quella approvata nel 1949 con cui si chiedeva il ritorno definitivo delle spoglie della nostra Santa) noi siracusani non cesseremo mai di pregare e di impegnarci affinché un giorno non lontano anche noi potremo gioire e festeggiare per il rientro di Santa Lucia a Siracusa.

Ricordiamo l’illustre arcivescovo Luigi Bignami – proseguono Sorbello, Vinci e Bonafede – che spronava “il popolo siracusano a non desistere dal reclamare la restituzione del corpo di Santa Lucia”, che è parte essenziale dell’identità e della spiritualità della nostra comunità cittadina.