LUCIA ANGELICO: LO SCIPPO ALL’AMP? VI SPIEGO MEGLIO LA STORIA

Lucia Angelico, veniamo ai colpi di mano mentre incombeva il virus. Col Covid che impazzava il sindaco cede un pezzo di Amp a una stazione campana. Operazione oscura, comunque mai spiegata ai siracusani
Appunto LA COSTI BENEFICI BAND!
Ma insomma mai spiegata no. Da tempo pare non avessero i soldi per pagare e il ministero dell’ambiente ha intimato di trovare un partner, loro dicono per evitare il commissariamento, certo non pagavano, forse per loro non era una priorità visto che la somma necessaria è piuttosto esigua.
A me campano fa venire in mente Di Maio.
D’ altra parte mi pare sia sotto il controllo del MIUR e la Corte dei Conti.  Sinceramente anche i brogli mi fanno venire in mente la candidata sindaco del Movimento, rischiava di vincere…la vedo un po’ come il terzo che gode. E invece così…tutti insieme al sindaco a gestire un po’ così…alla Travaglio, a limite a fare affiliazioni del tipo di quelle che la città non sa cosa e se guadagna…Hanno detto che essendo le casse vuote cosa avrebbero dovuto spartire? Be’ insomma con il green new deal in una città che non si svende…magari ….qualche COSINA. I Malafede prendono 50.000 mila euro l’anno e si tolgono il pensiero di mettere un biologo…e vabbè…e invece i campani?

SABATO L’INTERVISTA INTEGRALE