Privacy Policy LA TRAGICOMICA FARSA DEI LICENZIAMENTI AL COMUNE / LA CISL IN 44 MINUTI REVOCA LO SCIOPERO DA LEI STESSA PROCLAMATO PER LUNEDI' – I Fatti Siracusa

LA TRAGICOMICA FARSA DEI LICENZIAMENTI AL COMUNE / LA CISL IN 44 MINUTI REVOCA LO SCIOPERO DA LEI STESSA PROCLAMATO PER LUNEDI’

Rep: Revocato lo sciopero dei lavoratori ATI IdealService UrilService precedentemente indetto per lunedì prossimo dalla Fisascat Cisl territoriale. Negli ultimi minuti si è giunti alla decisione di indire e partecipare ad una assemblea unitaria con le altre organizzazioni sindacali per discutere della proroga concessa dal Comune di Siracusa con il taglio del 30 per cento dei servizi.

Sin qui il comunicato della Cisl. Quindi Pintacorona dietro front! Certo quello che succede in questa città è incredibile. Il Comune taglia i servizi e taglia una parte del personale e non fa nemmeno un comunicato per spiegare ai cittadini che quarzo sta succedendo. I sindacati s’arrabbiano, ma educatamente. Non tirano mai il sindaco ff in ballo pur sapendo che è lo stesso in questo momento a decidere tutto. Quindi se saltano servizi e vengono licenziati lavoratori lo ha deciso senza ombra di dubbio il sindaco ff. Ma i sindacati hanno tanta classe e non s’inquarzano. Così la Cgil tace ed inizialmente tace anche la Cisl. Poi la Cisl ci ripensa e fa due comunicati di protesta, col secondo annuncia per lunedì uno sciopero dei lavoratori ATI IdealService UrilService. La Cisl annuncia lo sciopero alle 13,18 di oggi e lo revoca alle 14,02 sempre di oggi. Insomma, il pugno duro ha breve vita, appena 44 minuti. Poi tutto rientra e si preannuncia un’assemblea unitaria dei sindacati non si sa quando e non si sa come e perchè. Volete sapere come finirà? Semplice, mentre i sindacati fanno giochetti di potere e di corridoio, i lavoratori licenziati andranno a casa. Il modus non lo sappiamo, la sostanza è questa. Ci auguriamo smentite. Ma santo Dio, come si può organizzare un nuovo incontro col sindaco ff per il 27 quando il 28 si pronuncia il Cga sui brogli elettorali a Siracusa?

Condividi questo Articolo