VINCIULLO-BASILE: PALESTRA DI BELVEDERE A BRANDELLI E IL COMUNE TACE

VINCIULLO-BASILE: PALESTRA DI BELVEDERE A BRANDELLI E IL COMUNE TACE
La scuola è iniziata da 4 mesi e le ragazze e i ragazzi di Belvedere sono ancora senza palestra, ridotta ormai a brandelli, grazie al disinteresse totale dell’Amministrazione Comunale di Siracusa. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo insieme a Mauro Basile.
Più volte abbiamo sollecitato l’Amministrazione Comunale a riparare il telo che copriva il pallone tensostatico, ma nessuna attenzione, nessuna risposta, come le tre famose scimmiette, il Sindaco e l’Assessore al ramo non vedono, non sentono e quindi non parlano.
Cosa dobbiamo fare, hanno continuato Vinciullo e Basile, per attirare la loro attenzione?
E’ possibile che ciò possa accadere nell’indifferenza più totale dei “media” che ritengono, quindi, che le ragazze e i ragazzi di Belvedere siano figli di un Dio minore?
Lo scorso anno il Sindaco ha usato il fondo di riserva per dare contributi ad alcune associazioni, ma ha dimenticato che prima di dare contributi doveva fare riparare il pallone tensostatico, come prevede il regolamento comunale che destina, infatti, il fondo di riserva alle emergenze.
Se fosse stato riparato lo scorso anno, hanno concluso Vinciullo e Basile, oggi il telone di copertura della palestra non sarebbe ridotto a brandelli, offrendo l’immagine di una città allo sbando ed in preda alla più totale incapacità di amministrare in modo oggettivo ed equo il territorio.
Su una cosa c’è però omogeneità: sia i ragazzi di via Tucidide, quanto quelli di Belvedere, quest’anno faranno educazione fisica all’aperto, cioè al freddo e al gelo.
Grazie Sindaco, grazie Amministrazione Comunale di Siracusa, vi siamo sicuramente debitori per la vostra attenzione e per la vostra solerzia.
 
VINCIULLO-BASILE: PALESTRA DI BELVEDERE A BRANDELLI E IL COMUNE TACE ultima modifica: 2019-12-04T12:37:05+02:00 da IfattiSiracusa