RESPONSABILI ITALIA E COPPA / RACCOLTA DI RIFIUTI A SINGHIOZZO, UN SERVIZIO SCHIFOSO DI COMUNE E TEKRA

Rep: “Ringrazio la Tekra per questo nuovo servizio che consentirà di ridare decoro alle piazze e ai luoghi di ritrovo all’aperto della città”. Lo dice l’assessore all’Ambiente, Andrea Buccheri, salutando con favore l’entrata in azione di un nuovo macchinario che consente di pulire le strade e le piazza, soprattutto quelle pavimentate con la basole, dalle macchie nere causate generalmente da perdite di olio o dalle gomme da masticare gettate in terra. La nuova attrezzatura agisce con un forte getto ad alta pressione di acqua calda e detergente specifico. Sarà in azione in tutta la città secondo un calendario prefissato e a seconda delle condizioni dei basolati.           “È un macchinario particolarmente efficace – aggiunge l’assessore Buccheri – che in questa prima fase sarà particolarmente utilizzato perché c’è molto lavoro arretrato da fare. Entrerà in azione in ogni quartiere, a cominciare dalle piazze di Ortigia, della zona umbertina e dalla Borgata, ma anche a Belvedere e Cassibile, contribuendo a dare un nuovo aspetto alla città. Ovviamente la prima cura deve venire dai cittadini, che invito, in questo caso, a gettare le gomme da masticare non in terra ma nei cestini dei rifiuti”.        Intanto gli operai della Tekra hanno completato gli interventi di rimozione dei rifiuti e di diserbo al Villaggio Miano e alla Pizzuta, in particolare in via Luigi Monti e in via Cannizzaro. Dai prossimi giorni si interverrà in altre zone.

Allora il nuovo macchinario è il diversivo adottato dal Comune e dalla Tekra per far dimenticare una raccolta differenziata francamente ridicola visto che ogni settimana non vengono raccolti a turno umido, organico, legno, vetro, carta etc.. Da sempre Coppa e Italia hanno gestito questo servizio. Inizialmente da vicesindaco Italia, a seguire per diversi anni Coppa. Da poche settimane Coppa – dopo aver fatto il bello e cattivo tempo e dopo una serie di bandi bocciati/annullati – ha scaricato la raccolta dei rifiuti sulle spalle del giovane Andrea Buccheri. Un giovane che si dà da fare, ma drammaticamente ininfluente nel rapporto Italia-Coppa-Tekra. In due parole: siamo sepolti dalla spazzatura. Tekra dice che manca dove conferire umido-organico etc etc e quindi non ha colpa. Il Comune aggiunge che visto lo stato di fatto non ha nemmeno lui nessuna responsabilità. Insomma, due scuse, o meglio due cretinate. Chi se ne frega del problema regionale, nazionale, intercontinentale, mondiale per il conferimento? Il problema della raccolta lo debbono risolvere il Comune e la Tekra, ai cittadini tutto il resto non interessa. Il Comune chiede il pagamento di una tassa incredibile e deve produrre un servizio incredibile a livello di funzionalità. Tutto il resto è la loro specialità della casa e cioè aria fritta. Il portare la macchina che col getto caldo pulisce la piazza è come quando si va dalla tribù di cannibali e si portano collanine colorate dozzinali in regalo. Cari Italia, Coppa e Tekra, i siracusani non hanno l’anello al naso, vogliono solo pagare per un servizio degno di questo nome.