SPOLIAZIONE CONTINUA, LA CGIL INVITA ALLA MOBILITAZIONE / A NOTO CHIUDE ANCHE IL CENTRO PER L’IMPIEGO

Rep: Ora anche il Centro per l’Impiego? Ci chiediamo, cos’altro ancora debba subire la nostra città e più in generale l’intera zona sud della nostra provincia? Il diritto ad una sanità degna di tal nome è stato praticamente cancellato, ora i cittadini netini e quelli dell’intera zona a quanto ci è dato sapere dovranno fare a meno anche del Centro per l’Impiego. Nel migliore, per meglio dire, nel peggiore dei casi dovranno recarsi in quel di Siracusa presso i locali dell’ex Ufficio provinciale del Lavoro.La sede che ospita in città l’ufficio sembra sia stata dichiarata non idonea.Interi nuclei familiari dovranno sobbarcarsi km e km di strada, specie in questa fase di avvio del reddito di cittadinanza.Chiediamo alle amministrazioni che governano le città della zona sud ed in particolar modo al capo dell’amministrazione che governa la nostra città (comune dove per legge ha sede il Centro per l’Impiego) che si adoperino parimenti agli uffici preposi affinché questa malaugurata ipotesi venga scongiurata, anche e soprattutto per evitare un disagio economico per le fasce più deboli.Urge trovare una soluzione nel minor tempo possibile. Gridiamo basta e lo facciamo a voce alta, basta con la continua spoliazione, lenta ma inesorabile dei diritti dei cittadini netini e dell’intera zona sud, martoriata e calpestata senza ritegno. Ciò che ci fa ancora più rabbia è il fatto che tutto accada come se ogni atto negativo rientri nella norma.I comuni della zona sud ed in particolar modo il comune di Noto, la Regione, il Servizio Provinciale del Lavoro trovino il modo di evitare il trasferimento del Centro per l’Impiego a Siracusa.