Privacy Policy SPAZZATURA E BUGIE. E POI BUGIE E SPAZZATURA. E TANTO CALDO. SIRACUSA AD UN PASSO DELL'INCONVENIENTE IGIENICO-SANITARIO – I Fatti Siracusa

SPAZZATURA E BUGIE. E POI BUGIE E SPAZZATURA. E TANTO CALDO. SIRACUSA AD UN PASSO DELL’INCONVENIENTE IGIENICO-SANITARIO

La spazzatura ci sta sommergendo e le temperature caldissime stanno facendo il resto. Se a questo aggiungiamo le puzze della zona industriale siamo ad un passo dal baratro, da un possibile inconveniente igienico-sanitario. La spazzatura ci sommerge e Italgarozzo va in giro per un altro giro di fotografie. Ufficialmente dovrebbe parlare di differenziata, ma vorremmo vedere con quale faccia tosta lo farebbe visto che in qualunque quartiere ci sono rifiuti e discariche e ancora discariche e rifiuti. Le foto che vi proponiamo sono di stamattina e sono state fatte in  zone diverse della città. In  viale Scala Greca e al Circuito, alla Pizzuta e nella zona umbertina. Non  si vive più e non si respira più. La ditta il mercoledì non raccoglie e la domenica neppure, un  giorno salta l’organico e un altro salta la plastica. Una città senza controllo e senza un  minimo di organizzazione. Spazzatura spazzatura spazzatura, e chi amministra parla di nuovi assessori, di Archimedee, del Premio del Cavolo e del Festival della Zucca. E poi bugie bugie bugie, a mai finire. Addirittura Italgarozzo fa il bilancio di un anno. Per dire cosa? Altre bugie come quelle dette sotto elezioni “fuori il vecchio del Vermexio” (ma il vecchio era lui già vicesindaco da 5 anni), sul bar al Maniace (chi ha sbagliato sarà punito, ma aveva sbagliato sempre lui autorizzando in commissione Ortigia) e cento altre ancora. I siracusani non sono ciechi, vedono e soprattutto sentono gli effluvi dell’immondizia. Una sola domanda: Chi amministra è in grado di garantire la città senza spazzatura almeno fino a settembre? Possiamo passare tutti quel che resta dell’estate in serenità? Non se ne può più.