Privacy Policy 778MILA EURO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA "MADONNA DEL SOCCORSO" A MELILLI – I Fatti Siracusa

778MILA EURO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA “MADONNA DEL SOCCORSO” A MELILLI

Rep: Con Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, è stato ammesso a finanziamento il progetto esecutivo relativo ai lavori di recupero della Chiesa “Madonna del Soccorso” sita nel centro storico del Comune di Melilli, nel rispetto delle tradizioni culturali e storiche, adibita ad edificio di culto. Lo comunicano Vincenzo Vinciullo, Presidente emerito della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS e il Consigliere Comunale di Melilli, Salvo Cannata.Il finanziamento, pari a 778.595,46 euro, fu a suo tempo inserito nel Patto per il Sud, per cui le somme arrivano dalla scorsa Legislatura.Come si ricorderà, ha proseguito Vinciullo, con il Patto per lo Sviluppo della Regione Siciliana, sottoscritto in data 10/09/2016 tra il Presidente del Consiglio dei Ministri e il Presidente della Regione Siciliana, sono stati dettati i criteri per l’attuazione degli interventi prioritari e l’individuazione delle aree di intervento strategiche finalizzate allo sviluppo economico, produttivo ed occupazionale, nonché alla sostenibilità ambientale ed alla sicurezza del territorio nella Regione Siciliana.Vorrei ricordare che, ha continuato Vinciullo, con l’art. 2 della Legge regionale 3/2015, approvato in Commissione Bilancio, è stato recepito il Decreto Legislativo 23 giugno 2011 n.118.Orbene, detto Decreto Legislativo dispone nuove procedure per i trasferimenti erogati a rendicontazione, di conseguenza gli uffici regionali hanno dovuto prima procedere all’accertamento delle risorse derivanti dall’assegnazione dello Stato, cosa che è avvenuta con il Decreto firmato e pubblicato già precedentemente, e poi reso disponibili le somme. Adesso, con quest’ultimo Decreto, viene assegnato al Comune di Melilli, pena la revoca del finanziamento, il termine perentorio di 180 giorni dalla notifica del Decreto di finanziamento per l’espletamento della gara e l’assegnazione dei lavori all’impresa aggiudicatrice.Come si ricorderà, ha concluso Vinciullo, mi sono particolarmente impegnato per il raggiungimento di questo obiettivo, in quanto, originariamente, il progetto era stato escluso da quelli beneficiari dell’intervento da parte della Regione e, successivamente, a ricorso presentato, è stato possibile recuperare il progetto che è stato inserito nell’elenco di quelli che potevano aspirare ad essere finanziati, cosa che è avvenuta dopo la firma del Patto per il Sud e l’arrivo delle risorse inviate dallo Stato. Sono particolarmente felice, ha dichiarato Cannata, per il raggiungimento di questo risultato che, in qualità di Consigliere Comunale, ho seguito personalmente per quanto riguarda la parte di competenza del Comune di Melilli, interloquendo spesso con l’Assessorato.Rivolgo un particolare ringraziamento all’On. Vinciullo che, dal principio, si è attivato al fine di raggiungere questo risultato che consentirà di riaprire al culto una delle chiese storiche della Città di Melilli che da anni è chiusa e dove non vengono celebrate più le messe.