Privacy Policy VINCIULLO: IL GOVERNO MUSUMECI TOGLIE 4 MILIONI A CASSARO E A MELILLI. DIRITTI VIOLATI I SINDACI RICORRANO AL TAR – I Fatti Siracusa

VINCIULLO: IL GOVERNO MUSUMECI TOGLIE 4 MILIONI A CASSARO E A MELILLI. DIRITTI VIOLATI I SINDACI RICORRANO AL TAR

Rep: Al fine di impedire al Comune di Cassaro e a quello di Melilli di impugnare il provvedimento con il quale sono state tolte le risorse per la strada Cassaro-Buscemi, per l’importo di oltre 3,6 milioni di euro, e della rotatoria davanti al Convento del Carmelo, sulla Augusta-Melilli, per l’importo di 500.000 euro, il Governo Regionale riscrive totalmente la Deliberazione di Giunta. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo, Presidente emerito della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.Certo, ci hanno impiegato parecchie settimane, ma alla fine hanno capito che bisogna prima individuare le strade che devono essere definanziate, in questo caso la Cassaro-Buscemi e la rotatoria davanti al Monte Carmelo, e dopo quelle che si intendono finanziare e che al momento della programmazione del Patto per il Sud non avevano ancora nemmeno il progetto, sicché è evidente che non possono essere finanziate opere il cui progetto definitivo, o comunque di massima, non era pronto alla data del 10 settembre 2016.Colpisce, in questa nuova Deliberazione di oltre 21 pagine, che tutte le contestazioni sulle irregolarità con la quale la precedente Deliberazione era stata approvata, sono state sanate, anzi, sono stati prodotti documenti in più rispetto a quelli necessari.Tuttavia, ha proseguito Vinciullo, rimane insuperabile il difetto legato al fatto che i nuovi progetti non erano pronti al momento della firma del Patto per il Sud e, di conseguenza, invito i Sindaci dei Comuni di Cassaro e Melilli a preparare ricorso davanti al TAR competente.I Sindaci, è chiaro che, ha concluso Vinciullo, hanno l’obbligo morale di tutelare i diritti dei propri cittadini e, in questo caso, i diritti dei cittadini di Cassaro, Buscemi, Augusta, Villasmundo e Carlentini sono stati ampiamente violati.