SIRACUSA CITTA’ NEI TRE MAGGIORI SCHIERAMENTI NON HA UN CANDIDATO ALLE EUROPEE

Tra poche settimane si andrà al voto per il rinnovo del Parlamento Europeo e delle Commissioni e come abbiamo imparato in questi anni di Unione Europea, la vera sede del potere politico – economico che condiziona la nostra quotidianità non risiede a Roma ma piuttosto tra Bruxelles e Strasburgo.  In occasione di queste elezioni, anche a livello nazionale, si stanno affilando i coltelli per far si che ogni partito o movimento partecipante risulti il più votato. Per l’Italia, salvo sorprese, siamo tutti ad aspettare chi sarà il primo, il secondo e il terzo, tra Movimento 5 Stelle, Lega e PD e magari staremo a vedere se il risultato elettorale causerà cambiamenti nello scacchiere politico nazionale. Siracusa parteciperà a questa competizione elettorale con tre candidati: Luca Cannata per Fratelli d’Italia, Flavia di Pietro per il Movimento 5 Stelle e Ilaria Fagotto per Europa Verde. Altra candidata locale sarà Emanuela Volcan, residente a Noto, per Destre Unite- Casa Pound mentre l’ex On. Saverio Romano, da Messina, sarà candidato per Forza Italia ma non sarà il primo della lista; l’uscente Michela Giuffrida  per il PD; per la Lega Igor Gelarda, palermitano, dietro Matteo Salvini capolista e poi anche candidati per Forza Nuova, La Sinistra, Partito Comunista e infine, +Europa. Sperando di non aver dimenticato qualcuno, può essere utile scrivere che si voterà Domenica 26 maggio 2019 e che si potranno esprimere tre preferenze e noi siracusani parteciperemo nel collegio Sicilia-Sardegna.

Per adesso è molto rumoroso il silenzio dei nostri politici locali che per le Europee e i candidati, non si sono pronunciati per niente in attesa delle decisioni Palermitane e come d’abitudine, anche Catanesi. Comunque andrà a finire, la lotta per le candidature sembra stia a certificare lo scarso peso politico di Siracusa Città che, nei partiti che contano di più, non ha trovato uomini o donne da proporre, adatti a una candidatura di prestigio tutta siracusana.

La paventata ipotesi di una candidatura del nostro Sindaco, Francesco Italia, probabilmente non è mai esistita anche perché sarebbe stato difficile trovare un partito, possibilmente a sinistra, disponibile a fargli spazio nelle liste. Siamo felici di dovercelo tenere e trepidiamo per l’attesa del dopo 26 Maggio che per Siracusa dovrebbe essere il 24 Giugno o giù di lì, per la famosa sentenza del TAR di Catania sulla verifica elezioni 2017. Staremo a vedere.

Enrico Caruso