STRISCIONE DI CASAPOUND: L’ARABIA SAUDITA HA TRASFORMATO LO YEMEN IN UN CIMITERO

Rep; Affissi centinaia di striscioni in tutta Italia dai militanti di CasaPound per chiedere lo stop dei conflitti che da anni interessano lo Yemen. In Sicilia gli striscioni sono stati affissi a Palermo, Catania, Trapani, Siracusa, Ragusa, Noto e Modica.
“Quella che viene definita come la ‘politica saudita del giardino di casa’ ha trasformato lo stato dello Yemen in un cimitero mostrando il vero volto della coalizione guidata da Riad – è il comunicato di CPI –  bombardamenti a tappeto su città piene di civili, embargo unilaterale di cibo e medicine, operazioni militari spregiudicate e alleanza e sostegno a gruppi legati al terrorismo internazionale qaedista hanno sprofondato lo Yemen nella più drammatica delle crisi umanitarie”.
“Uno stato sovrano, colpevole solamente d’aver adottato politiche di tutela degli interessi nazionali è stato invaso e viene letteralmente demolito da stati che non hanno alcun titolo per “esportare” modelli politici liberali di cui loro stessi sono privi – continua CasaPound – L’Arabia Saudita, nazione priva di costituzione e da sempre madrina della peggiore interpretazione dell’Islam, con il beneplacito delle potenze occidentali si sta macchiando di crimini gravissimi in terra Yemenita. Il peggior aspetto di questa aggressione è che avviene nel più totale silenzio dei media europei ammutoliti dai fiumi di denaro che i sauditi immettono da anni nei mercati occidentali arrivando persino ad acquistare interi quartieri nelle capitali europee. CasaPound Italia ha voluto manifestare il suo dissenso e la sua opposizione a questa aggressione criminale che segue quella perpetrata a danno del popolo siriano e che vede sempre le stesse nazioni schierate dalla parte del terrorismo e dell’oppressione”.