Privacy Policy STABILIMENTI DANNEGGIATI DA MEDICANE, LA CNA CHIEDE AL COMUNE UNA DELIBERA PER LO STATO DI CALAMITA' – I Fatti Siracusa

STABILIMENTI DANNEGGIATI DA MEDICANE, LA CNA CHIEDE AL COMUNE UNA DELIBERA PER LO STATO DI CALAMITA’

Rep: Lo scorso 28 settembre, l’intera costa siracusana è stata interessata da eventi atmosferici dalla particolare intensità (Medicane ndr) che hanno provocato numerosi disagi ma soprattutto danni agli stabilimenti balneari. In particolare, la burrasca abbattutasi sulle coste della città ha causato danni quantificabili in oltre 400mila euro per le strutture, alcune di esse operanti su piattaforma hanno visto il parziale o totale smembramento delle strutture e alcuni operatori presenti in spiaggia hanno subito importanti danneggiamenti alle attrezzature e ai servizi. “Alla luce di tali premesse, cogliamo l’occasione per sollecitare l’amministrazione comunale di Siracusa – dichiara Gianpaolo Miceli, coordinatore di CNA Balneatori di Siracusa – affinché si faccia parte attiva per il riconoscimento dello stato di calamità naturale presso la Regione Siciliana,  atteso che gli eventi avvenuti nella data in oggetto non sono riconducibili a mere mareggiate ma ad un evento eccezionale mai avvenuto nel corso degli ultimi 40 anni nel territorio”. “Il riconoscimento dello stato di calamità da parte della Regione – conclude Gianpaolo Miceli – non può prescindere dalla richiesta da parte del Comune, per questo auspichiamo un impegno rapido dell’amministrazione a favore delle imprese del territorio, come già fatto ad esempio dal Comune di Catania con apposita deliberazione di giunta”.