Privacy Policy LITIGA CON LA MADRE E L'AMMAZZA DI BOTTE. SUBITO IN CARCERE – I Fatti Siracusa

LITIGA CON LA MADRE E L’AMMAZZA DI BOTTE. SUBITO IN CARCERE

I militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. della Compagnia di Augusta, nel corso della notte ultima trascorsa, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia, un uomo di 57 anni di origini pugliesi ma da parecchio tempo residente nel Comune megarese. Nella fattispecie, alcuni cittadini, allarmati dalle urla provenienti da un’abitazione del centro, segnalavano l’accaduto alla centrale operativa dell’Arma dei Carabinieri, che prontamente inviava sul luogo segnalato una pattuglia impegnata in un servizio di controllo del territorio. Sul posto, i militari, appuravano che l’uomo ancora in evidente stato di agitazione, a seguito di un banale diverbio scaturito per futili motivi con l’anziana madre convivente, aveva appena percorso violentemente la donna procurandole delle lesioni al collo, alle braccia ed alle orecchie. L’uomo sorpreso e contrariato per l’improvviso arrivo dei Carabinieri, dopo un iniziale atteggiamento di minaccia e di intimidazione nei loro confronti, veniva riportato alla calma grazie alla professionalità degli stessi militari che, provvedevano, altresì, ad affidare la vittima alle cure dei sanitari dell’ospedale “Muscatello” di Augusta. Nella contestale attività informativa svoltasi a seguito degli accadimenti narrati, gli operanti accertavano altresì che le sopraffazioni posti in essere dall’uomo nei confronti dell’anziana donna erano reiterate nel tempo, motivo per il quale, su disposizione dell’A.G. di Siracusa, l’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Cavadonna.