Privacy Policy SCEMPIO DEL MANIACE: NON SOLO OPERAI IN NERO, DOPO LA SOSPENSIONE DELLE DITTE ORA I CARABINIERI VERIFICANO AUTORIZZAZIONI E APPALTO – I Fatti Siracusa

SCEMPIO DEL MANIACE: NON SOLO OPERAI IN NERO, DOPO LA SOSPENSIONE DELLE DITTE ORA I CARABINIERI VERIFICANO AUTORIZZAZIONI E APPALTO

I Carabinieri del N.I.L., su impulso e d’intesa col Dirigente dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, congiuntamente a Militari del Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, hanno eseguito diversi controlli finalizzati al contrasto del lavoro nero ed alla tutela delle norme che regolano appalti e rapporti di lavoro. Tra le attività eseguite, una verifica è stata compiuta nell’area antistante il Castello Maniace, ove è in corso di realizzazione una struttura edile in area demaniale.  Una quindicina i dipendenti trovati occupati, di cui 3 in nero.

Sul posto sono state controllate le 5 ditte che in quel momento stavano operando, la cui regolarità dal punto di vista contributivo e fiscale sarà valutata nei prossimi giorni. Due delle ditte presenti, al momento dell’accesso, stavano impiegando 3 lavoratori in nero e, pertanto, atteso che l’impiego dei lavoratori no  in regola è risultato essere superiore alla soglia del 20%, entrambe le ditte sono state sospese. Contestate, inoltre, alcune irregolarità sulla sicurezza dei cantieri, che richiederanno un ulteriore approfondimento. Allo stato dei fatti, sono state irrogate sanzioni amministrative per poco meno di 14mila euro e ammende per poco più di 8mila euro.

Nei prossimi giorni saranno verificate le autorizzazioni amministrative alla base dell’opera in corso di realizzazione, nonché l’appalto tra committente ed imprese esecutrici.