Privacy Policy LA PROTEZIONE CIVILE COMUNALE E' STATA SMANTELLATA, ALTRO CHE PREMI (IMMOTIVATI) AL NUOVO ASSESSORE – I Fatti Siracusa

LA PROTEZIONE CIVILE COMUNALE E’ STATA SMANTELLATA, ALTRO CHE PREMI (IMMOTIVATI) AL NUOVO ASSESSORE

Rep: Valorizzare il ruolo delle associazioni di volontariato il cui lavoro risulta fondamentale nell’affrontare le tante emergenze che si presentano nel nostro territorio. Con questo messaggio, l’assessore alla Protezione civile, Giusy Genovesi, ha caratterizzato la sua partecipazione alla giornata inaugurale dell’esercitazione regionale “Per una folata di vento”, tenuta nella sede dell’Aeronautica italiana di via Elorina, dove è stato allestito il campo di ammassamento.  L’evento è stato organizzato dall’Associazione nazionale vigili del fuoco in congedo, delegazione “Floridia 1”, e ha visto la presenza dei vertici regionali e provinciali della Protezione civile e di associazioni di volontariato giunte da tutta la Sicilia. Nel corso della cerimonia, all’assessore Genovesi è stata consegnata una targa dal presidente della delegazione “Floridia 1”, Sofio Roccaro.

 

Per la serie “basta minchiate al buio” un paio di riflessioni. L’assessore Genovesi si occupa della protezione civile da una decina di giorni, come si fa a premiarla con una targa in una esercitazione regionale di protezione civile? Una minchiata, senza dubbio alcuno. L’assessore poi, anche se in carica da una decina di giorni, ha dovuto sapere da chi lo collabora che la sede della protezione civile di via Elorina non  esiste più, è stata smantellata insieme agli uffici. Oggi esiste solo un ufficietto in via Brenta dove si fa routine e nessuno si preoccupa di sollecitare un nuovo piano comunale di protezione civile visto che quello esistente è superato e obsoleto. Ecco, assessore Genovesi invece di ricevere premi immotivati si preoccupi di fare il suo lavoro, ricostituisca la protezione civile comunale che non esiste più, le associazioni di volontariato possono collaborare e non gestire e decidere in prima persona. Insomma, basta premi e balle, ci vogliono discorsi seri e concreti.