Privacy Policy PEPPE PATTI (INSIEME): GAROZZO E GRANATA COME ATTILA – I Fatti Siracusa

PEPPE PATTI (INSIEME): GAROZZO E GRANATA COME ATTILA

Peppe Patti, capolista di Insieme, sempre a combattere, mai un posto sicuro. E’ un destino cinico e baro o cosa?
La politica è passione civile, è testimonianza di valori e di idee. In un territorio come il nostro con le criticità ambientali che abbiamo il mio partito dovrebbe avere percentuali bulgare e invece continuiamo ad affidarci a chi ha causato i danni, convinti che gli stessi possano porvi rimedio. Una contraddizione in termini!
Il fatto positivo è che tu sei candidato alle Nazionali e il tuo ex amico Garozzo no.
Si dice di me che sono uno che divide! Io invece penso a chi ha spaccato il centro sinistra a Siracusa e che non contento ha ulteriormente spaccato il PD, a chi ha amministrato la città con più assessori di Forza Italia del suo predecessore pur essendo un Sindaco di centrosinistra e che sarà costretto a ricandidarsi in beata solitudine. Ma attenzione Garozzo non ha agito da solo, ha un guru, che pensa che la politica sia solo un gioco tra lobbies. La sua “corrente” godeva di un deputato regionale e di un deputato nazionale, il primo lo hanno già perso e il secondo… Ottima strategia!
So bene che in questi casi il candidato è l’ultimo a capire come stanno andando le cose, ma te lo chiedo lo stesso. Come finiranno queste elezioni diciamo politiche, chi vince, chi perde.
Nei sondaggi siamo l’unico collegio in Sicilia orientale assegnato al M5s, del resto sono forti delle 18mila preferenze dell’onorevole Zito, e io mi chiedo perché! Diciamo che potremmo essere nel trend nazionale che vede un M5s primo partito, seguito dal centrodestra ed io continuo a chiedermi il perché! Gli ultimi 5 anni di governo a trazione PD sono stati per molti aspetti positivi per il rilancio dell’economia italiana è pur vero che mezza Italia vede la luce fuori dal tunnel della crisi, ma qui in Sicilia paghiamo l’immobilismo politico del governatore Crocetta.
Don Rosario cosa ti ha consigliato? E’ d’accordo con questa nuova avventura?
Padre Lo Bello oltre ad essere il mio confessore, è un caro amico, l’azione politica che svolgo per il mio territorio affonda le radici nelle ideologie di Alex Langer (ndr fondatore dei Verdi Italiani) ravvivate e rese attuali da Papa Francesco con l’enciclica Laudato Sii, la “Conversione Ecologica” rimanda a un cambiamento del nostro stile di vita, dei nostri consumi, del modo in cui lavoriamo e del fine per cui lavoriamo o vorremmo lavorare, del nostro rapporto con gli altri e con l’ambiente. Penso che fino a quando non uscirò dal solco della difesa incondizionata del creato continuerò a camminare a fianco di don Rosario.
Sofia Amoddio, Paolo Ficara, Nicoletta Piazzese?
La ragion di stato (ma solo quella) mi impone Sofia Amoddio. La riapertura delle indagini sul caso di Lele Scieri è stata una bella vittoria. Paolo Ficara è un bravo ragazzo sta studiando da tanto, avrebbe tanto voluto fare il sindaco ma il fato lo ha scelto per andare a Roma. Nicoletta Piazzese è un nome che vuol dire tanto in ambito ambientale, ma non io non credo ad un ambientalismo di destra, ci sono troppe compromissioni con chi inquina!
Fabio Granata nel frattempo si è portato avanti col lavoro e si è già candidato sindaco.
Non aveva di meglio da fare, strano! Fa parte di quella categoria di cui accennavo prima, ovvero di quei politici che hanno causato i danni. Sarò più chiaro, chi ha avuto un ruolo nella devastazione del territorio con la redazione dell’attuale Piano Regolatore dovrebbe avere il pudore di ritirarsi a vita privata. Inoltre io non affiderei mai la mia città a chi stava procurando un enorme danno erariale alla Regione Siciliana facendola partecipare ad un asta all’incanto invece, come poi è avvenuto, di far esercitare il diritto di prelazione risparmiando un ulteriore 25% sul prezzo d’asta!
Penso che il nuovo sindaco deve essere un signore che conosce tre lingue, che andrà in giro in tutta Italia e nel mondo per cercare fondi per la bellissima Siracusa, insomma un manager, non un politico imbroglioncello.
Involontariamente hai tracciato il profilo dell’attuale vice Sindaco in tutto e per tutto! Non posso che concordare con te. Siracusa ha bisogno di un Sindaco che attragga investitori e capitali e sappia far girare l’economia positiva, non solo quella dei solarium o del ristorantificio di Ortigia. La Sicilia sicuramente per i prossimi 10 anni potrà ambire ad essere la California del Mediterraneo e Siracusa ha già dato dimostrazione di saper attrarre più viaggiatori che turisti. Per questo difendo con forza il nostro paesaggio, i viaggiatori lo vogliono trovare inalterato ed inoltre ci avvantaggiamo riconsegnandolo intatto alle generazione future, così come lo abbiamo ereditato.
Penso ancora che tutta la giunta dovrebbe essere al femminile, con scelte di competenza e capacità. Abbiamo bisogno di attributi.
Che fai incentivi viaggi a Casablanca? Le donne in politica ci vogliono per la loro estrema capacità di razionalizzare. È un errore relegarle a ruoli di serie B.
Ti candidi anche sindaco, forza che va di moda?
Per la serie tengo famiglia! Mi piacerebbe, ma dopo questi ultimi 5 anni credo che se vuoi essere un buon Sindaco prima devi fare un po’ di esperienza amministrativa, basta dilettanti allo sbaraglio, Siracusa e i siracusani non se lo meritano.
Sinceramente chi ti ha sorpreso o ti sta sorprendendo di più?
Mia moglie e mio figlio!