Privacy Policy PEPPE CULOTTI: PERSI I CINQUE MILIONI PER L'ISTITUTO COMPRENSIVO ALL'ISOLA. GRAZIE GAROZZO – I Fatti Siracusa

PEPPE CULOTTI: PERSI I CINQUE MILIONI PER L’ISTITUTO COMPRENSIVO ALL’ISOLA. GRAZIE GAROZZO

Rep: Un’altra occasione persa per Siracusa e il suo territorio.
La realizzazione di nuove strutture scolastiche rientra tra le iniziative di utilità sociale che interessano il territorio della nostra città, in continua espansione demografica.
Nella sua propaganda elettorale il Sindaco Garozzo nel 2014, aveva annunciato la realizzazione in c.da Carrozzieri, nella zona dell’ Isola di un nuovo edificio Comprensivo scolastico ( scuola materna, primaria e secondaria).
L’edificio che doveva sorgere su un terreno di proprietà comunale prevedeva la realizzazione di una scuola eco sostenibile, fortemente ispirata ai principi dell’architettura sostenibile ad alta efficienza energetica.
I tempi di realizzazione previsti erano di soli 18 mesi.
Infatti, la legge 190/2014 annunciava la realizzazione di iniziative di elevata utilità sociale valutabili nell’ambito dei piani triennali di investimento dell’Inail.
Essa prevedeva che l’Istituto dopo aver acquistato la titolarità dell’area comunale e dei progetti, avrebbe gestito l’appalto di costruzione, e realizzato il nuovo edificio scolastico per un costo complessivo di euro 5.000.000,00 ( cinquemilioni/00) che sarebbero stati restituiti dal Comune di Siracusa senza interessi.
Ma questa occasione è andata perduta, dopo i proclami del nostro Sindaco e della sua Giunta, alle parole non sono seguiti i fatti e la scuola non si farà.
Il Sindaco e l’amministrazione Comunale dopo aver vinto il bando per la realizzazione di una struttura all’avanguardia, hanno ritenuto l’investimento politicamente non conveniente.
Tutto ciò evidenzia, per l’ennesima volta il mancato interesse per il territorio della città di Siracusa. Siracusa non è solo Ortigia.
Essi, non possono non sapere che la struttura scolastica oggi esistente è inadeguata alla richiesta dell’utenza del territorio in continua espansione demografica.
La zona è infatti abitata da numerose giovani famiglie e la richiesta si servizi cittadini è sempre più elevata. Nessun intervento da parte dell’amministrazione Comunale è stato rivolto a questa parte della città che comunque paga i tributi elevati.
Le uniche opere realizzate sono state compiute dalla comunità parrocchiale e da un generoso privato che ha messo a disposizione delle somme di denaro e delle maestranze per la realizzazione di lavori di manutenzione che erano stati negati dall’amministrazione comunale, sempre più sorda e noncurante.
È palese che né l’amministrazione comunale, né il sindaco, né la Giunta, né alcun Consigliere Comunale abbiano avuto alcuna attenzione e cura per questa parte della città che seppur ha bisogno di numerosi servizi primari e di opere di riqualificazione urbanistica, proprio perché sempre più sono i siracusani che decidono di dimorare qui tutto l’anno.
In questo nuovo clima elettorale il Sindaco uscente, annuncia l’investimento di circa euro 6.000.000,00 ( seimilioni/00) per la realizzazione di nuovo opere, nuovo strade. Ma si tratta della solita propaganda di fine mandato elettorale.
Il tempo per mantenere le promesse fatte è passato e tra poco come nelle scuole, le campane suoneranno anche per loro.