Privacy Policy VINCIULLO: SUI FINANZIAMENTI PER CANALE GALERMI HO FATTO PER INTERO IL MIO DOVERE – I Fatti Siracusa

VINCIULLO: SUI FINANZIAMENTI PER CANALE GALERMI HO FATTO PER INTERO IL MIO DOVERE

Rep: Trova finalmente applicazione la norma, da me volute e sostenuta, prima in Commissione Bilancio e poi in Aula, che, nella legge n.8 del 9 maggio 2017 – Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2017 – Legge di stabilità regionale, ha stanziato, su mio emendamento, 520 mila euro a favore del Canale Galermi in provincia di Siracusa. Lo dichiara il prof. Vincenzo Vinciullo, già Presidente della Commissione Bilancio e Programmazione all’ARS e relatore della Finanziaria 2017.

Quindi, il finanziamento è a disposizione degli Uffici, cioè del Consorzio di Bonifica 10 e, anche se in misura minore, del Genio Civile di Siracusa, dal 9 maggio 2017.
Da mesi, attraverso numerose riunioni nei miei uffici della Commissione Bilancio, ho stimolato, e più volte, il Consorzio di Bonifica 10 di Siracusa, nonché il Genio Civile, a trovare soluzioni che potessero rendere immediatamente esecutivo l’utilizzo dei 520 mila euro, in maniera tale da alleviare le sofferenze che patiscono gli agricoltori della provincia di Siracusa e che, genericamente, vengono sempre, in maniera subdola e insopportabile, ascritti alla mia persona.
Io, ha proseguito il Prof. Vinciullo, ho fatto interamente il mio dovere, credo che la stessa cosa non abbiano fatto coloro i quali vengono lautamente pagati per svolgere le funzioni che riguardano il controllo e i lavori atti a rendere sicuro il canale per la riparazione delle perdite e la pulizia che si dovrebbe fare.
Giorno 20, finalmente, il Dirigente del Servizio 4 – Infrastrutture, Irrigazione ed Enti Vigilati ha firmato il Decreto che riconosce e certifica la bontà del mio lavoro e degli sforzi che ho dovuto fare per fare sì che per il Canale Galermi venissero stanziati 1.560.000 euro perché, ricordo a tutti, che oltre al finanziamento di quest’anno ci sono pure quelli del 2018 e del 2019.

Spero, finalmente, che, tutti i calunniatori la smettano di andare in giro a raccontare sciocchezze a titolari di contratti con il Genio Civile perché è mio intendimento querelare coloro i quali continuano a spargere veleno su questa vicenda, avendo già individuato i responsabili e avendo chi è pronto a testimoniare sulla vicenda.
È insopportabile, ha concluso il Prof. Vinciullo, che si tenti di scaricare sulla politica responsabilità che appartengono solo ed esclusivamente agli Uffici che hanno impiegato 4 mesi per inviare i progetti a Palermo.