Privacy Policy RIAPRE L'EX SALA RANDONE, MA NON SI CAPISCE COSA NE VUOLE FARE LA GAROZZO BAND – I Fatti Siracusa

RIAPRE L’EX SALA RANDONE, MA NON SI CAPISCE COSA NE VUOLE FARE LA GAROZZO BAND

Rep:

Il sindaco Giancarlo Garozzo insieme ai componenti della Giunta, martedì 12 dicembre alle 10 presenteranno l’Urban Center. La struttura realizzata nei locali dell’ex sala Randone di via Nino Bixio 1, è stata ristrutturata di recente con fondi strutturali europei e viene restituita alla città per un riuso ottimale. Urban Center sarà utilizzato come spazio di mediazione tra cittadini ed istituzioni, dedicato al confronto e al dialogo tra tutti gli attori del territorio, portatori di interessi diffusi, per l’avvio di un processo partecipativo di trasformazione della città e delle sue politiche verso una dimensione urbana più condivisa ed inclusiva. Alla cerimonia sono stati invitati le autorità civili e militari della città, i dirigenti scolastici ed una rappresentanza di alunni.

 

Il Centro Urbano “sarà utilizzato come spazio di mediazione tra cittadini ed istituzioni, dedicato al confronto e al dialogo tra tutti gli attori del territorio, portatori di interessi diffusi, per l’avvio di un processo partecipativo di trasformazione della città e delle sue politiche verso una dimensione urbana più condivisa ed inclusiva”. Il che non significa praticamente nulla, un po’ la caratteristica della Garozzo Band. Parole altisonanti e vuote. Spazio di mediazione tra cittadini e istituzioni. Cioè? Che vuol dire? Quali sono i reconditi disegni dietro le belle parole vuote? Magari una gestione clientelare del Centro Urbano, ex teatro Randone, come sta già avvenendo per il teatro comunale?  Siamo sospettosi, veramente come si fa a non essere sospettosi dopo tutto quello che ha sin qui combinato la Band? Anche in questo caso chiediamo chiarezza, spiegate ai siracusani che avete in testa e cosa volete fare di uno spazio pubblico come il Centro Urbano, senza smart, città educative, rifiuti zero ed altre minchiate similari.