Privacy Policy SCUOLE A PICCO, ARCHIA NEL CAOS, BAMBINI SENZA MENSA E DOMANI IL COMUNE ILLUSTRA UN ALTRO PROGETTO, COME SE TUTTO FOSSE TRANQUILLO – I Fatti Siracusa

SCUOLE A PICCO, ARCHIA NEL CAOS, BAMBINI SENZA MENSA E DOMANI IL COMUNE ILLUSTRA UN ALTRO PROGETTO, COME SE TUTTO FOSSE TRANQUILLO

Rep:

Un villaggio per crescere. E’ questo il progetto nazionale che sarà presentato domani, 19 ottobre, alle 10,30, nel corso di una conferenza stampa che si terrà nella Sala “Archimede” di piazza Minerva 5. All’incontro con i giornalisti saranno presenti, il sindaco Giancarlo Garozzo, l’assessore alle Politiche scolastiche, Roberta Boscarino, e il consigliere comunale Tanino Firenze. Prevista la partecipazione del dottor  Giorgio Tamburlini, per il Centro Salute del Bambino di Trieste, e di Rosalba Favara della cooperativa Orsa, che illustreranno il progetto rivolto al quartiere della Mazzarona e che in ambito nazionale riguarda anche le periferie di Torino, Napoli e Cosenza. Si tratta di un’offerta educativa di qualità rivolta a tutte famiglie con bambini di età compresa tra 0 e 6 anni.

 

Siamo almeno basiti. La Garozzo Band non riesce a risolvere i problemi dell’Archia causando danni evidenti a centinaia di famiglie. La super dirigente della scuola mette nero su bianco che molte scuole cittadine dovrebbero essere chiuse perchè non sicure e portare le chiavi delle stesse al Prefetto. Altre 100 famiglie non riescono a pagare la mensa ai loro bambini e la Band decide di togliere loro il pasto. Insomma, con una marea di problemi, alcuni gravissimi, domattina il sindaco e l’assessore Boscarino presentano un nuovo progetto, questa volta indirizzato alla Mazzarona, come se il Comune non avesse un solo problema scolastico da risolvere. Si tratterebbe di fare un nuovo asilo nido in questo comprensorio il che significa altri costi, altri problemi e, udite udite, altre assunzioni. Ma allora i fondi ci sono? E perchè non si utilizzano per eliminare intanto i doppi turni all’Archia?