Privacy Policy REGIONALI 2017: MUSUMECI SFIORA IL 40 PER CENTO, CANCELLERI SOTTO IL 30, MICARI SOTTO IL 20% – I Fatti Siracusa

REGIONALI 2017: MUSUMECI SFIORA IL 40 PER CENTO, CANCELLERI SOTTO IL 30, MICARI SOTTO IL 20%

Piepoli nel sondaggio del 16 ottobre dà per cento un grande successo del centrodestra e di Nello Musumeci. Domenica 5 novembre 2017, Sicilia, elezioni regionali: trionfo del Centrodestra, delusione per i 5 Stelle, storica debacle del Partito Democratico e di Alternativa Popolare. A poco più di quindici giorni dall’apertura delle urne nell’Isola, i dati dell’ultimo sondaggio (realizzato lunedì 16 ottobre) dell’Istituto Piepoli e diffusi da Affaritaliani.it sono inequivocabili: Nello Musumeci, candidato del Centrodestra, è in netta ascesa e sfiora addirittura il 40% dei consensi, il grillino Giancarlo Cancelleri è “stagnante” sotto il 30% mentre Fabrizio Micari (Pd-Ap) e Claudio Fava (sinistre) sono sotto il 20%. Piepoli, anche se ovviamente qualcosa potrà cambiare negli ultimi giorni di campagna elettorale, parla apertamente di “un successo netto e ampio del Centrodestra“.

Insomma, l’ultimo appuntamento elettorale prima delle Politiche, insieme alle Comunali di Ostia (che già vedono in netta difficoltà il Pd), potrebbe essere il trampolino di lancio per il Centrodestra verso il rinnovo del Parlamento. Se davvero in Sicilia andasse come nel sondaggio Piepoli, alle Politiche la coalizione Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e altri potrebbe conquistare tutti i collegi di Camera e Senato nell’Isola. Si tratta quindi di un campanello d’allarme molto preoccupante per Renzi che ha appena iniziato il suo tour elettorale in treno. Se il Centrodestra sfiora il 40% in Sicilia, facendo una proporzione nazionale, potrebbe arrivare oltre il 40% alle elezioni per il rinnovo di Camera e Senato riuscendo, forse, nel miracolo di avere una maggioranza per poter governare.

Da valutare poi i voti di lista. E’ noto che in Sicilia Forza Italia è storicamente forte e un buon risultato sarebbe almeno il 20%. L’Udc viene data al 5% (buon dato) mentre la lista unitaria Fratelli d’Italia-NoiconSalvini ha come obiettivo almeno il superamento dello sbarramento del 5% e considererebbe un successo il 10%. Le Regionali non sono le Politiche, ma l’antipasto può dire molto su come andranno le elezioni per il Parlamento…