Privacy Policy WORKSHOP SULLA DIFFERENZA FRA DIAMANTI PURI E DIAMANTI SINTETICI – I Fatti Siracusa

WORKSHOP SULLA DIFFERENZA FRA DIAMANTI PURI E DIAMANTI SINTETICI

Rep:

Il Sindacato Orafi Gioiellieri di Siracusa, operante in seno a Confcommercio Imprese per l’Italia Siracusa, con il Presidente del settore Emanuele Piccione ha organizzato un workshop dal titolo: «Come poter facilitare l’identificazione dei diamanti sintetici HPHT e CVD». L’incontro si è tenuto oggi giorno 11 settembre 2017 alle ore 10.30  presso l’Hotel Mercure Siracusa Prometeo, in Viale Teracati 20.

Relatore d’eccezione di questa giornata è stato Claudio Russo, responsabile dei corsi IGI (Institute Gemological International) per il distretto Sicilia/Calabria con il contributo di Luigi Costantini, coordinatore nazionale IGI e di Paolo Minieri, presidente del gruppo IGI.

In un mercato in continua espansione, come quello dei diamanti, che ha conosciuto nel 2016 una crescita del 30% in tutti i mercati mondiali, diventa indispensabile riuscire a distinguere i diamanti sintetici da quelli naturali puri, il cui valore al grammo può raggiungere i 50mila euro, contro i 35 euro di un grammo d’oro in gioielleria.
Sempre ai fini di una riuscita identificazione, sono state messe a confronto diverse metodologie di analisi, basate sull’uso di strumentazioni gemmologiche standard e d’avanguardia.

Il workshop risponde così a uno dei punti focali della mission di Federpreziosi Confcommercio Siracusa, quello, cioè, di accrescere e rafforzare la diffusione della conoscenza, in questo caso della gemmologia, in chi opera nel campo dei preziosi, in particolare quello delle gemme di eternità.
Tutto questo, mentre è ancora aperta l’annosa questione dei diamanti da investimento, venduti dagli sportelli bancari come beni sicuri, redditizi ed esentasse ma in attesa di un mercato regolamentato, che tuteli in primis i risparmiatori.

A fare gli onori di casa di questo evento eccezionale è stato Emanuele Piccione, presidente di Federpreziosi Siracusa: «Siamo orgogliosi di ospitare una giornata-studio come questa e un grazie particolare va al dottor Russo per averci dato questa possibilità. Dal canto mio, lavoreremo per proporre in futuro altri importanti momenti formativi, con il contributo di tutta la categoria».