Privacy Policy QUELLA BAMBINA CHE APPARVE DAVANTI ALLA CHIESA DI CAMPAGNA – I Fatti Siracusa

QUELLA BAMBINA CHE APPARVE DAVANTI ALLA CHIESA DI CAMPAGNA

Sulla strada provinciale che da Siracusa porta alle località balneari, Arenella, Ognina, Fontane Bianche, molti avranno certamente notata una vecchia chiesa di campagna, che porta in cima una grossa croce in ferro. Una chiesa sconsacrata che tuttavia è stata al centro dell’apparizione misteriosa di una bambina (foto qui a lato), ma anche di un romanzo di uno scrittore siciliano, Marco Tiano, che ha utilizzato la foto della chiesa di campagna di Siracusa in bianco e nero presentando appunto la sua fatica letteraria.

 

L’APPARIZIONE DELLA BIMBA

 

Siracusa, in Sicilia, è una bellissima città. Solare, con un’ottima cucina, ricca di arte e tradizioni. Vi ho soggiornato solo per qualche settimana, ma ho avuto la fortuna di vedere gran parte della città, e soprattutto il mare, la meravigliosa costa che la contraddistingue. Tornata a casa, non ho potuto fare a meno di rivedere le foto scattate con il cellulare, e le ho scaricate sul pc per ammirarle meglio. È stato allora che qualcosa di strano ha attirato la mia attenzione in un’unica foto. Una foto scattata a una piccola chiesetta di campagna in una strada provinciale. Dal cellulare non si notava bene, ma ingrandendola al computer, ho visto la sagoma di una bambina accanto a un albero. Sembrerebbe non esserci nulla di strano, se non per il fatto che la bambina sembra solo un abbozzo. La sagoma è sfocata, senza colori, e quasi trasparente. Ho pensato a una bambina perché mi è sembrato di vedere un vestitino nero e una collana lunga. Ho scartato l’ipotesi di una donna adulta per la corporatura troppo minuta. La foto in questione è quella allegata al post.
Cercando in rete non ho trovato notizie in merito a qualche leggenda su apparizioni di bambine a Siracusa. Ho trovato solo delle storie su una villa chiamata “Casa dei tre tocchi”, ma non è la zona dove ho scattato la foto, e le notizie non riportavano storie su apparizioni di una bambina. L’unico risultato della mia ricerca che si avvicina a quello che stavo cercando è un romanzo intitolato “La bambinaia” di un autore siciliano di nome Marco Tiano.

Non l’ho ancora letto, ma dalle notizie e recensioni che ho scovato in rete parla del fantasma di una bambina in questa strada provinciale. Tra l’altro, quello che mi ha impressionata di più è che la bambina è vicino a una chiesa.

Non lo so, ma questo mi ha intimorita. E forse è il motivo della mia ricerca. Chiunque avesse notizie in merito, o riconosce la chiesetta nella foto, può scrivere e magari informarmi.

Grazie!

Claudiazeta

IL LIBRO DI MARCO TIANO

Ho deciso di leggere questo libro, La bambinaia di Marco Tiano, edito da Fazi e vincitore del concorso Il Giocattolaio, dopo aver letto su Facebook la citazione tratta “Non si può scendere a patto con i morti”. E siccome sono un’appassionata di misteri, apparizioni e paranormale non potevo lasciarmelo sfuggire.

Comincio col dire che questo horror mi è piaciuto davvero tanto. Sono abbastanza esigente e sono rimasta soddisfatta. Nel libro ci sono tutti gli ingredienti del genere: c’è la suspense che ti tiene con il fiato sospeso, ci sono le atmosfere cupe, fredde, gotiche, ci sono le apparizioni, gli eventi strani che ti fanno sospettare di tutti. Insomma, non manca nulla.

La storia raccontata ne La bambinaia parla di una grande casa nella provincia di Siracusa, acquistata a poco prezzo da una giovane coppia di Roma. I due hanno un bambino di sette anni e decidono di trasferirsi lì, ma dopo appena pochi giorni la protagonista Giorgia sarà vittima di alcuni strani eventi e di apparizioni. Gli abitanti della cittadina le intimano di andarsene, perché “la casa” non vuole nessuno. Ma Giorgia è una ragazza forte, che deve difendere la sua famiglia, in particolare il figlio Mattia.

La scrittura del romanzo è semplice, senza fronzoli, eppure ti tiene incollato alle pagine fino alla fine. Il punto forte, infatti, è da ritrovarsi nella storia e nel modo in cui l’autore riesce a creare aspettative e suspense nel lettore senza ricorrere a ghirigori stilistici. Non mancano inoltre i colpi di scena, in particolare quello finale.

La presenza dei bambini rende la storia inquietante, ci sono scene che fanno rabbrividire. Ma non c’è una sola goccia di sangue, anzi, quella narrata da Marco Tiano è una storia classica di fantasmi, che punta sul piano psicologico, sulle atmosfere, sul gioco del vedo e non vedo.

Come per tutti i romanzi di questo genere (ma anche per thriller e gialli) alla base c’è un movente di vendetta, legato, in questo caso, a uno degli affetti più cari, a uno dei legami di sangue più forte. L’unica pecca è che la storia finisce troppo presto, avrei preferito che il romanzo fosse più lungo, però ho letto che forse ci sarà un sequel, quindi confido in questa notizia.

Consiglio La bambinaia di Marco Tiano a tutti gli appassionati di thriller, fantasy, paranormal, gialli e ghost story.

Serena Mallia

In conclusione Siracusa e la sua provincia restano luoghi di misteri, come dimostra anche l’apparizione della bambina sul litorale siracusano, davanti a una chiesa. Apparizione che ha anche ispirato uno scrittore siciliano di successo, specializzato in questi racconti che vivono di atmosfere rarefatte e appunto di misteri che spesso restano tali.