Privacy Policy ALTRO CHE CINEMA IN PIAZZA, LA BORGATA È NEL DEGRADO, I SUOI TESORI PENALIZZATI E VILIPESI – I Fatti Siracusa

ALTRO CHE CINEMA IN PIAZZA, LA BORGATA È NEL DEGRADO, I SUOI TESORI PENALIZZATI E VILIPESI

Mille persone, anzi duemila, quattromila, diecimila persone al cinema in piazza Santa Lucia. Nella stessa piazza che il giorno prima puzzava di urina, nello stesso quartiere dove non c’è uno straccio di servizio comunale. Con topi avvistati per strada, con sicurezza inesistente, coi vigili urbani che non frequentano la Borgata da anni. Insomma, con il secondo quartiere storico della città abbandonato al degrado, non per caso, per sfortuna, ma per scelta. Un po’ quello che sta avvenendo anche in altre periferie e nelle zone balneari, tutte abbandonate, senza servizi, e quando si accende un lampione o si tappa una buca con asfalto scadente, sembra che lo sforzo del Comune sia stato incredibile. Ma torniamo alla Borgata che è la nostra storia. In via degli Orti alla Borgata il 29 agosto del 1953 pianse la Madonna. Alla Borgata ci sono il tempio di Demetra e Kore, proprio davanti al Santuario della Madonnina. C’è San Marziano, le catacombe, il museo Paolo Orsi, la chiesa e il sepolcro di Santa Lucia e mille altri tasselli della storia siracusana. Tutti abbandonati a sé stessi, ignorati, penalizzati, vilipesi.Il Comune se ne infischia, pensa all’associazione amica e a quattro film in piazza. Tratta i residenti della Borgata con pettini e collanine.