Privacy Policy NORDIC TALES RACCONTA LA SCLEROSI MULTIPLA – I Fatti Siracusa

NORDIC TALES RACCONTA LA SCLEROSI MULTIPLA

Nel mese in cui ricorrono la Settimana Nazionale (27 maggio – 4 giugno) e la Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla (mercoledì 31 maggio), arriva in Sicilia, con due appuntamenti, Nordic Tales, l’iniziativa che si propone di raccontare la sclerosi multipla in modo nuovo: coinvolgendo i pazienti, i famigliari, i caregiver e i cittadini nella disciplina sportiva del Nordic Walking. L’iniziativa ha il patrocinio dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e della Scuola Italiana di Nordic Walking ed è realizzata con il supporto di Sanofi Genzyme.

Appuntamento con il patrocinio del Comune di Noto, domenica 21 maggio alle ore 10.30 all’Oasi di Vendicari (ritrovo di fronte alla tonnara). La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. La durata è di circa un’ora, sulla base delle esigenze dei partecipanti, assistiti e guidati dagli istruttori della Scuola Italiana di Nordic Walking.

Secondo i dati del Barometro SM 2016, in Italia le persone affette da SM sono circa 110.000, con 3.400 nuove diagnosi all’anno, per la maggior parte tra i giovani dai 20 ai 40 anni. In Sicilia la patologia riguarda oltre 9 mila persone.

“Siamo alla vigilia della Settimana nazionale e all’indomani di una firma importante per la nostra regione, la firma del registro siciliano della SM: un nostro impegno concreto per individuare i bisogni delle persone con sclerosi multipla e fornire le risposte che si attendono”, commenta Angelo La Via, presidente del Coordinamento regionale AISM. “Il registro è uno strumento che raccoglierà i dati di tutti i pazienti affetti da sclerosi multipla seguiti nei diversi centri della Regione. Dati che ci permetteranno di promuovere l’equità di accesso alle cure confrontando le pratiche assistenziali dei diversi centri, e per valutare politiche assistenziali di carattere nazionale e locale. Puntiamo a migliorare la qualità di vita delle persone con SM ed eventi come quelli di Noto e Cefalù vanno in questa direzione“.

La SM è una malattia neurologica, infiammatoria, che coinvolge la sostanza bianca e la sostanza grigia cerebrale. Se non adeguatamente trattata, può portare ad accumulo di disabilità che si può manifestare, ad esempio, con disturbi dell’equilibrio, della coordinazione degli arti e difficoltà deambulatorie.

“La sclerosi multipla, che solo in Sicilia riguarda 9mila persone, è una patologia cronica, invalidante, dal grande impatto sulla qualità di vita dei pazienti e spesso è associata a difficoltà di motorie,” commenta Sebastiano Bucello, Responsabile F.F. dell’UOS di Neurologia dell’Ospedale Muscatello di Augusta (SR). “Ben vengano quindi iniziative come questa che aggregano e coinvolgono i pazienti in attività fisica moderata all’aria aperta, insegnando loro una disciplina sportiva, il Nordic Walking, che può contribuire a migliorare la deambulazione, la stabilità, l’equilibrio, e la resistenza alla fatica, tutti aspetti che possono essere compromessi nelle varie fasi della malattia”.