IL SINDACO TIFOSO DEI CATANESI SE NE FREGA DEI VOTI DEL CONSIGLIO, MA STA PER ARRIVARE IN AULA IL BILANCIO

IL SINDACO TIFOSO DEI CATANESI SE NE FREGA DEI VOTI DEL CONSIGLIO, MA STA PER ARRIVARE IN AULA IL BILANCIO

La realtà è che al Comune di Siracusa si confrontano due opposte visione del governo della città. Una capitanata dal Sindaco Francesco Italia e l’altra rappresentata dal Consiglio Comunale che si è aggregata in forma cooperativa con Reale, Vinciullo, Messina & Co. e un po’ a entra ed esci, anche Zito con i suoi amici a 5 Stelle. Il PD non da segnali di vita e dopo le dimissioni di Moschella sembra più confuso che mai sul da farsi. L’Associazione di liberi pensatori che formava la Giunta di Francesco Italia, in seguito alle dimissioni di un Assessore e del Vice Sindaco, piuttosto che pensare a un eventuale azzeramento e a nuove elezioni, si propone per la ricerca di nuovi soci che possano ancora trascinare per qualche mese la Giunta. Come il bianco sta opposto al nero, Francesco Italia si oppone al Consiglio Comunale che a sua volta, si oppone a Lui e nonostante questa battaglia non appassioni per niente i siracusani, con piglio “fermo e deciso” si va avanti sbattendo un pò di qua e un pò di la. L’ultima seduta del Consiglio Comunale ha visto la bocciatura della proposta di aumento per la tenuta dei loculi al cimitero che, anche per i bambini delle elementari, era evidente sin dal momento dell’annuncio che non sarebbe passata. E però, per un paio di settimane, si è fatto di tutto per fare arrabbiare i siracusani che in qualche modo hanno a che fare con il cimitero e considerando lo stato di degrado, di trascuratezza e abbandono che vi è in molte delle strutture cimiteriali, molti si sono sentiti presi in giro dalla proposta di aumento del canone dei loculi. Oltre il danno, la beffa. Probabilmente tra qualche settimana il Governatore Musumeci e l’Assessore Razza, s’incontreranno con il nostro Sindaco e tireranno fuori un bel comunicato stampa in cui ci faranno sapere che i lavori per il nuovo Ospedale sono lì per iniziare. Inoltre, ai 160 milioni di euro sicuri, stanziati dalla Regione, qualche altro spicciolo è stato messo dallo Stato, un altro pò di denaro anche dell’Europa e crepi l’avarizia, anche i marines di Sigonella faranno una colletta per contribuire alla costruzione del Nuovo Ospedale. Il dettaglio che il Consiglio Comunale è sempre fermo alla votazione in cui è stata espressa la volontà di costruire l’Ospedale alla Pizzuta, non sembra interessare il governatore Musumeci ma, situazione alquanto discutibile, il Sindaco se ne impippa del voto del Consiglio Comunale e segue in tutto e per tutto le proposte del Governatore siciliano.

Certo Beppe Grillo è un comico che fa politica e non ha mai smentito di esserlo ma a Siracusa, lo battiamo 10 a zero perchè di soggetti che dicono di fare politica ma in realtà sono dei formidabili burloni, in città se ne contano dozzine. Zito, ad esempio, potrebbe essere un buon mimo: non parla o parla poco; esattamente il contrario di Granata che se non parla non prova gusto a fare politica. Anche Cafeo è divertente: non si capisce quello che fa ma, lo fa molto bene. La speranza dei giovani siracusani, Eddy Bandiera, si è seduto molto bene accanto a Musumeci e prima o poi qualche sculacciata dalla Prestigiacomo la dovrà pur prendere. Troppo cianchino, come direbbero i siracusani acculturati. Degli altri personaggi della politica locale c’è sempre poco da dire e scrivere però, faccio finta di essere imparziale e cito la fotografia che Ezechia Paolo Reale ha messo su facebook dove, sdraiato da sirenetto in costume da bagno, volge lo sguardo lontano all’orizzonte. Lui che, senza offesa, non è una bellezza, aveva anche un sorriso beffardo e a guardarlo bene, somigliava tanto all’avvoltoio che sta sulla spalliera del letto del moribondo che Panariello ha sdoganato con i suoi personaggi. Vuoi vedere che il moribondo c’è davvero?

Quanto prima a Siracusa si dovrà parlare di Bilancio di Previsione e di Bando di Gara per la monnezza e quindi,  qualche barzelletta la sentiremo sicuramente.  In un modo o nell’altro ci sarà da piangere.

Enrico Caruso

 

IL SINDACO TIFOSO DEI CATANESI SE NE FREGA DEI VOTI DEL CONSIGLIO, MA STA PER ARRIVARE IN AULA IL BILANCIO ultima modifica: 2019-07-14T11:06:40+02:00 da IfattiSiracusa