CONDOMINII NEL MIRINO / LE MULTE A CASACCIO DEI VIGILI URBANI PENALIZZANO LE PERSONE PERBENE E SALVAGUARDANO I VERI SPORCACCIONI

CONDOMINII NEL MIRINO / LE MULTE A CASACCIO DEI VIGILI URBANI PENALIZZANO LE PERSONE PERBENE E SALVAGUARDANO I VERI SPORCACCIONI

Ora i vigili urbani vanno davanti a un condominio, non  parlano con nessuno, non si informano di nulla, non si rendono conto dello stato delle cose e fanno multe da 600 euro perchè vedono qualche sacchetto non sistemato come detta l’articolo 8 dell’ordinanza 01 del Sindaco. Per gli stessi poi è un gioco da ragazzi risalire all’amministratore del condominio e a notificare la multa di SEICENTO e sottolineiamo SEICENTO euro come se avessero beccato gli sporcaccioni sul fatto. Non è così, non  è per nulla così. Se questi vigili avessero contattato anche un solo condomino del palazzo in  questione, sarebbero stati informati correttamente dagli stessi e presumibilmente non avrebbero fatto multe. Anzi, probabilmente avrebbero ragionato che queste regole che loro e chi amministra, d’intesa cin la Tekra, si sono dati sono risibili, in ogni caso non giuste, nel caso in specie una fesseria. Prendiamo l’esempio di questa sanzione. Nel condominio in questione risiedono tutte persone perbene e non si intravedono sporcaccioni, anzi. Personalmente al contrario ho notato in diverse occasioni che i mastelli sistemati davanti all’ingresso vengono utilizzati da automobilisti di passaggio e anche da persone che arrivano a piedi e di proposito proprio per utilizzare questi mastelli alla come gli capita. A qualcuno di questi passanti ho rivolto un cortese richiamo, c’è chi ha sorriso ed è andato via e c’è anche chi mi ha poco cortesemente mandato a quel paese. Questo per dire che i mastelli sono di pertinenza del condominio multato è una cavolata. Ed anche di quelle grosse. I mastelli sono sulla strada, dovrebbero essere solo del condominio, nei fatti sono aperti al pubblico. Ovviamente nessuno del condominio, e mi consta personalmente, non rispetta le regole, gli orari e i giorni di conferimento. E allora? Allora è chi amministra che deve trovare le soluzioni e non picchiare gli innocenti con multe ad muzzum. Cioè un’Amministrazione e una ditta che da mesi mantengono la città al limite dell’inconveniente igienico sanitario, insriscono nei loro demeriti anche le multe sbagliate alle persone sbagliate. Si utilizzino le telecamere, vengano presi gli sporcaccioni in transito e vengano loro sì multati pesantemente. Non è che un condominio può rispondere di quello che fanno sporcaccioni in transito. E poi questi vigili che alle 19 hanno rilevato…alle 19 i residenti del condominio sono rintracciabili, basta suonare un citofono. Intendiamoci, questo citato è solo un esempio. Ci sono arrivate proteste per multe similari da molte altre zone del capoluogo, della zona alta in particolare. Probabilmente solo Ortigia è esclusa da questa nuova trovata del comando dei vigili urbani. Per quanto ci riguarda, qui pubblichiamo copia della multa e foto dei mastelli su via Forlanini di cui non può certo rispondere né il condominio in generale e tantomeno i singoli residenti. Magari l’avvocato Paolo Cavallaro, molto attento a questa vicende, potrà intervenire e frenare questa caccia alle persone perbene che si traduce, haimè, in una indiretta salvaguardia dei veri sporcaccioni.

CONDOMINII NEL MIRINO / LE MULTE A CASACCIO DEI VIGILI URBANI PENALIZZANO LE PERSONE PERBENE E SALVAGUARDANO I VERI SPORCACCIONI ultima modifica: 2019-06-08T13:07:56+02:00 da IfattiSiracusa