IL TEATRO CLASSICO DEI GIOVANI DELL’INDA / GLI STUDENTI DEL “COSTANZO” STUPISCONO ED EMOZIONANO TUTTI METTENDO IN SCENA L’ANTIGONE DI SOFOCLE

IL TEATRO CLASSICO DEI GIOVANI DELL’INDA / GLI STUDENTI DEL “COSTANZO” STUPISCONO ED EMOZIONANO TUTTI METTENDO IN SCENA L’ANTIGONE DI SOFOCLE

Nell’ambito del Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani organizzato dall’INDA, Istituto Nazionale del Dramma Antico, la V B del VII Istituto “G.A. Costanzo” di Siracusa ha debuttato oggi al teatro Greco di Palazzolo Acreide,  mettendo in scena la tragedia di “Antigone” di Sofocle. I piccoli protagonisti, 20 per la precisione, hanno regalato agli astanti, giunti numerosi, un’emozione incommensurabile recitando come grandi attori e strappando applausi e consensi. Con sicurezza e  icastica espressività gli allievi hanno saputo trasmettere passione e veemenza interpretando  i loro ruoli, tra l’altro non semplici trattandosi di una tragedia greca, muovendosi con statuaria personalità e con voce decisa e stentorea, nella splendida cornice che ha fatto da sfondo alla prestigiosa kermesse, vanto della nostra classicità. Inconsapevolmente hanno estrapolato meccanismi introspettivi importanti per una paideia efficace quali l’autostima, il confronto, la gestione dei conflitti, la collaborazione, fondamentali per crescere in armonia in un mondo globale.

Un pomeriggio dove si è celebrato l’arte, la cultura e la bellezza in uno scenario senza tempo, in un teatro a cielo aperto. Un viaggio emozionale, ma anche una profonda riflessione sulla condizione femminile che non deve mai piegarsi al potere del più forte, ne’ sottostare pedissequamente a un volere che non condivide, ne’ essere costretta ad obbedire, ne’ a mostrarsi acquiescente di fronte a un maschio supponente. Antigone è una donna della classicità, ma racchiude tutte le caratteristiche della donna contemporanea che combatte diuturnamente per far valere i propri diritti che sono uguali a quelli dell’uomo. Antigone è morta per difendere il suo volere e ancora oggi la donna muore per difendere il suo ruolo di donna. Un’esperienza unica e senza precedenti che ha preso e ha sorpreso prodigando un po’ di vanagloria a chi sarà il futuro del presente. Grande interpretazione di Bianchini Alessandro, Ciliberto Gianluca, Aurora Gueli, Federica Salerno, Ludovica Micca, Samuele La Fauci, Giulio Di Benedetto, Giulio Giallanza, Manuel Canzolle, Jasmine Garao, Alexia Giulia Milazzo, Nicoló Occaso, Lorenzo Gianino, Nicoló Limer, Stella Tini, Damiano Troia, Letizia Carnevale, Mattia Cappuccio, Evelyn Di Mare. Soddisfazione e vivo compiacimento per una prestazione che ha contribuito a ripagare gli sforzi profusi nei mesi precedenti all’esibizione e tanta effervescente commozione da parte delle bambine e dei bambini e delle docenti che hanno curato la regia e la coreografie, in particolare le insegnanti  Angela Bosco, Rita Di Stefano, Claudia Corso e Graziella Fortuna. Grande la soddisfazione del Dirigente scolastico, dott.ssa Roberta Guzzardi che si è complimentata con gli alunni per l’impegno, la costanza e la dedizione spesi per questo importante e prestigioso evento.

Graziella Fortuna

 

 

 

.

IL TEATRO CLASSICO DEI GIOVANI DELL’INDA / GLI STUDENTI DEL “COSTANZO” STUPISCONO ED EMOZIONANO TUTTI METTENDO IN SCENA L’ANTIGONE DI SOFOCLE ultima modifica: 2019-05-19T19:14:47+02:00 da IfattiSiracusa