INTERROGATO DAL PM A ROMA / L’AVVOCATO GIUSEPPE CALAFIORE RACCONTA IL CASO GENNUSO: 80MILA EURO ANTICIPATI, IL RESTO A RISULTATO RAGGIUNTO

INTERROGATO DAL PM A ROMA / L’AVVOCATO GIUSEPPE CALAFIORE RACCONTA IL CASO GENNUSO: 80MILA EURO ANTICIPATI, IL RESTO A RISULTATO RAGGIUNTO

L’avvocato Giuseppe Calafiore è senz’altro tra i protagonisti dell’inchiesta “Sistema Siracusa”. Pubblichiamo uno stralcio della sua testimonianza nel corso dell’incidente probatorio che si è tenuto Roma davanti al Giudice Daniela Caramico D’Auria, una settimana dopo la deposizione dell’artefice di tutta questa vicenda, l’avvocato Piero Amara
FORNISCE LE GENERALITA’: Calafiore Giuseppe nato a Siracusa il 14/08/1979, residente a Roma in via dei (incomprensibile) 35.
GIUDICE Anche lei, diciamo quale indagato in procedimenti connessi, le faccio gli avvisi del 64, cioè che in merito ai fatti per i quali anche lei è indagato ha la facoltà di non rispondere, se questi fatti accuse terze persone, che sono oggi qui indagati, sono Nicola Russo, Caruso, De Lipsis e Gennuso Giuseppe, in merito a questi fatti, lei assume la veste di testimone. Allora lei intende rispondere alle domande che fanno le Parti?
TESTE CALAFIORE – Sì, intendo rispondere.
GIUDICE Prego il Pubblico Ministero, allora partiamo dalla vicenda Gennuso, che per noi è il quarto capo d’imputazione del!’ordinanza cautelare.

P. M. DOTT. FAVA – Buongiorno Avvocato, senta lei da quanto tempo conosce Amara e che tipo di rapporto si è stabilito tra voi?
TESTE CALAFIORE – Amara io lo conosco, lo conobbi se non erro 2008 /2009, una cosa del genere, a Siracusa me lo presenta se non ricordo male Ferraro, anche per questioni politiche, perché era una fase in cui c’erano delle elezioni, io facevo un po’ di politica, Ferraro era vicino a Gianni, io ero vicino a Gennuso, ho fatto anche l’Assessore al Comune di Solarino quota al partito dove diciamo il rappresentante era Gennuso e quindi ci conosciamo in quella dinamica, poi lui ha avuto dei problemi in quel periodo, mi ricordo fu raggiunto da una misura interdittiva della Procura di Catania e successivamente quindi…
P. M. DOTT. FAVA- Per la vicenda giudiziaria che poi ha patteggiato?
TESTE CALAFIORE Sì, una vicenda giudiziaria che poi ha patteggiato esattamente e poi successivamente abbiamo iniziato ad avere questo rapporto professionale, di amicizia, nel 2011 abbiamo costituito una società di consulenza insieme, l’ho incontrato professionalmente prima in una vicenda in cui lui era una controparte che riguardava una società che si chiamava” Tre R” e c’era un certo Mancini di Roma. Poi nel 2011 praticamente abbiamo costituito questa società e abbiamo avuto poi un rapporto professionale che si è protratto nel tempo, lui poi nel 2012 si è trasferito a Roma – mi scuserà se le date non sono precise ma ritengo che siano queste nel 2012 si è trasferito a Roma, poi io a ruota perché ci fu una questione, veleni in Procura, quindi lui decise di andare via, di trasferirsi a Roma, io a ruota nel 2013 mi pare, 2014 insomma giù di lì, facevo sempre spola su Roma diciamo, quando lui già era residente, quindi venivo molto spesso, poi mi sono anche io trasferito e ho preso poi casa a Roma, quindi ho iniziato a vivere a Roma, prima lui aveva preso uno studio poi mi sono appoggiato anche io giù di lì perché c’avevamo anche una collocazione di studio in via Puglia 23, poi successivamente abbiamo deciso insieme di prendere lo studio in via della Frezza 70, diciamo dove c’era poi anche la sede della “P&G” la sede della” Dagi ‘· comunque c’era la sede, questo…
P. M. DOTT. FAVA – Senta ecco, venendo alla vicenda, alle elezioni per il Consiglio Regionale, Regione Sicilia del 2012, lei ha detto era molto vicino all’Onorevole Gennuso?
TESTE CALAFIORE – Sì.
P. M. DOTT. FAVA – Ed è stato anche Assessore al Comune di Solarino, nella lista diciamo, nel movimento politico in quota a Gennuso ecco, alle elezioni del 2012 che risultato ha avuto il Gennuso, elezioni per il Consiglio Regionale?
TESTE CALAFIORE Nel 2012 il risultato… Lui risultava eletto nei primi due giorni a Consiglio Regionale, poi passati i due giorni fu eletto, cioè risultò invece proclamato l’Onorevole Gianni.
P. M. DOTT. FAVA Ecco, quindi col conteggio che è stato fatto…
TESTE CALAFIORE Sì, non mi ricordo dove, se in Tribunale insomma, comunque in quelle fasi diciamo…
P. M. DOTT. FAVA – Quindi prima si pensava che fosse stato eletto Gennuso…
TESTE CALAFIORE Sì.
P. M. DOTT. FAVA- … Invece poi, è stato proclamato eletto Pippo Gianni con quale differenza di voti’?
TESTE CALAFIORE – … Una differenza di una novantina di voti.
P. M. DOTT. FAVA 90 voti. Senta in quale Collegio, entrambi competevano nelle stesso Collegio?
TESTE CALAFIORE Sì, la competizione era relativa al Collegio della provincia dì Siracusa che consta se non erro di 23 Comuni, 22 /23 Comuni.
P. M. DOTT. FAVA Senta, grosso modo in quali Comuni era più forte il Giannuso e in quali Comuni era più forte l’Onorevole Gianni?
TESTE CALAFIORE Gianni era forte a Siracusa centro e Siracusa nord… Siracusa nord quali paesi intende …
Quello dove ad esempio attualmente è Sindaco, Priolo,, Melilli, attualmente è Sindaco lì, non è che il Sindaco di Siracusa, quindi zona nord di Siracusa centro e nord, Gennuso zona sud quindi Avola, Pachino, Noto, Rosolini …
P. M. DOTT. FAVA Ecco, Gennuso è stato pure sindaco di…
TESTE CALAFIORE – Questo non glielo so dire, Assessore mi pare, non so se Sindaco.
P. M. DOTT. FAVA – È originario di quale paese Gennuso?
TESTE CALAFIORE Rosolini.
P. M. DOTT. FAVA Quindi Gennuso è più forte nel suo luogo di origine…
TESTE CALAFIORE Sì, Rosolini, Pachino, Noto cerio, nella zona…
P. M. DOTT. FAVA – Senta, quindi a seguito di questa sconfitta elettorale di Giuseppe Gennuso, lei ha fatto qualcosa per ribaltare, per così dire, questo risultato elettorale?
TESTE CALAFIORE Sì, io ho fatto qualcosa per ribaltare…
P. M. DOTT. FAVA C’è stato un contenzioso giurisdizionale?
TESTE CALAFIORE – Sì allora, sostanzialmente diciamo questa situazione… Poi lui fece ricorso al Tar, io di ricorso al Tar diciamo non è che l’ho seguito, me ne sia occupato, quindi…
P. M. DOTT. FAVA Chi è che ha fatto ricorso al Tar?
TESTE CALAFIORE Gennuso.
P. M. DOTT. FAVA- A Catania?
TESTE CALAFIORE – Al Tar Palermo se io non erro, perché, se io non erro, dovrebbe essere Tar Palermo perché, essendo elezioni regionali, la competenza è del Tar del capoluogo di regione, Catania è sezione…
P. M. DOTT. FAVA Ho capito…
TESTE CALAFIORE Se non erro è il Tar Palermo. Sostanzialmente quella vicenda io diciamo, ho saputo che c’era il ricorso al Tar, ne parlavano tutti i giornali, quindi… Poi però successivamente a che il ricorso venne rigettato e luì presentò Appello mi pare sì, presentò Appello, mi contattò al fine di intervenire, innanzitutto al fine di avere un appuntamento con Amara e quindi avendo lui un sostanziale timore, che avesse perso il ricorso al Tar per interventi esterni e che ricorso al CGA c’era una attività di lobbying effettuata da Gianni ed essendo – mi disse anche c’aveva questa cosa, De Lipsis era stato all’interno Gabinetto di Cardinale, c’aveva sta cosa ma la sua fissazione era che Gianni avrebbe potuto intervenire in una attività di lobbying, cosa che, a distanza poi di qualche anno, diciamo io appresi, diciamo come vera, da Drago, allorché lo stesso mi disse che Mineo sostanzialmente, si era messo a disposizione su richiesta di Gianni, quindi sostanzialmente era intervenuto, poi non so in che termini perché è un fatto diciamo successivo …
P. M. DOTT. FAVA – Ecco, quindi lei l’ha saputo direttamente dall’Onorevole Drago?
TESTE CALAFIORE – Cosa, questo qua di Mineo? Sì l’ho dichiarato questo io, si. ..
P. M. DOTT. FAVA Sì, sì, sì, no, no, lo so…
TESTE CALAFIORE Lo seppi, quando incontrai Drago, 2015 /2016, siccome mi fece una battuta perché lui nel 2016 si occupava, si occupò con Mineo, come fatto notorio, del secondo tempo di ” Open Land ” e ” AM Group ” quando poi Mineo fu relatore, lui mi disse ” guarda che qua non è che come quando fu di Gennuso che non era relatore ed era solo componente e lì sostanzialmente diciamo, ha potuto incidere relativamente, qui è relatore “.
P. M. DOTT. FA VA Cioè nella vicenda” A M Group” e” Open Land” era (si sovrappongono le voci) mentre nella vicenda…
TESTE CALAFIORE -… Era componente sì, però chiaramente mi disse che lui era amico di Gianni, che lui aveva caldeggiato la posizione di Gianni diciamo in quella cosa, quindi quel timore diciamo che aveva Gennuso … Quindi, avendo questo timore, venne da me perché voleva una attività di lobbying opposta e contraria.
P. M. DOTT. FAVA Venne da lei però, chiedendole un appuntamento con Amara?
TESTE CALAFIORE Certo, per una attività di lobbying opposta, contraria a quello che era il suo timore.
P. M. DOTT. FAVA Sì ma perché pensava che lei e Amara foste in grado di esercitare questa attività, diciamo rispetto al Collegio…
TESTE CALAFIORE – Ma guardi, questo non glielo so dire perché diciamo lo pensava, molti pensavano in giro che sostanzialmente Amara avesse rapporti preferenziali con Magistrati o comunque con affaristi e comunque con lobbyisti, io comunque ero socio di Amara, facevamo tante cose insieme, quindi… E lui pensava nella sua testa, questo l’ha sempre pensato, che Amara potesse anche lui schierarsi con Gianni in quella fase, perché Amara aveva una vecchia amicizia con Gianni, quindi chiaramente, lui dice, vedo di arrivare ad Amara, questa era la…
P. M. DOTT. FA VA – Ho capito e quindi lui ha procurato questo incontro …
TESTE CALAFIORE – Come no, ci siamo incontrati a Roma.
P. M. DOTT. FAVA E cosa vi siete detti?
TESTE CALAFIORE No allora, luì aveva già depositato -· le faccio la cronistoria perché voglio essere preciso, non voglio diciamo sbagliare posso prendere delle mail Dottore, mie mail personali?
INTERVENTO DEL GIUDICE Poi dopo le mostriamo …
TESTE CALAFIORE – Certo, le posso produrre, assolutamente …
P. M. DOTT. FAVA- Le acquisiamo … GIUDICE Le acquisiamo…
TESTE CALAFIORE Allora, ritengo che era già stato fatto l’appello da lui, comunque c’è questo incontro con Amara a Roma, lui chiaramente chiede di poter intervenire in relazione Consiglio di Giustizia Amministrativa e in reazione all’Appello pendente, rappresentando le sue ragioni chiaramente. Amara non pone resistenza, nel senso che dice “va bene, verificherò se è possibile ” perché non è che dice subito sì. Amara aveva un rapporto con il Consigliere Luigi Caruso, che io conosco, poi me lo presenta anche a me, subito dopo, non molta distanza diciamo e questo Consigliere Caruso secondo Amara – poteva incidere all’interno del Consiglio di Giustizia Amministrativa, avendo secondo Amara, io parlo per fasi temporali, quelle che mi ricordo, avendo secondo Amara, possibilità, rapporto diretto con il Giudice del Consiglio di Giustizia Amministrativa che era succeduto a Virgilio e che era il Dottor De Lipsis.
P. M. DOTT. FAVA – Senta ma questo Amara l’ha detto subito a Gennuso oppure a Gennuso ha detto solamente” ti faccio sapere, ora vedo”…
TESTE CALAFIORE No, no, in un primo incontro… Allora guardi, in un primo incontro, che io mi ricordi, lui si è presentato la questione e sostanzialmente poi, ne ha parlato anche con me, dopodiché si sono rincontrati, ma poi da li è stato un andirivieni, perché Gennuso chiamava me e io chiamavo Amara, cioè io venivo comunque contattato sempre da Gennuso, perché Gennuso voleva parlare sempre con Amara, sempre con Amara, io sostanzialmente non è che facevo il segretario ad Amara, avevo anche la mia vita, noi abbiamo anche un rapporto di amicizia con Gennuso, per cui era un amico che continuamente mi telefonava, io chiaramente cercavo in tutti i modi, diciamo per quello che potevo fare di aiutarlo, c’era questa possibilità e quindi ho insistito anche io con Amara affinché, se sì poteva aiutare sì aiutava, anche perché lui aveva l’amicizia con Gianni, però diciamo poi, ha prevalso e ha inteso diciamo seguire…
P. M. DOTT. FAVA Ecco e quindi questo suo fare diciamo da tramite, anche da veicolo diciamo di queste informazioni, quindi lei ha rappresentato poi ma Gennuso, diciamo quello che era il piano operativo di Amara e cioè ” io conosco Caruso e tramite Caruso, posso arrivare a De Lipsis ” .. .
TESTE CALA FIORE Allora guardi.. .
P. M. DOTT. FAVA- … Cioè Gennuso l’ha mai saputo questo che c’era…
TESTE CALAFIORE Allora guardi, le dico esattamente cosa è accaduto . Allora, intanto !e ho spiegato i primi incontri, dopodiché, loro si sono anche visti da soli, non è che si vedevano… Che c’ero sempre io come si suol dire, lui anche spesso è venuto in studio, è andato a casa di Amara a Piazza San Bernardo, io l’ho incontrato un sacco di volte a Gennuso perché lo vedevo comunque, mi chiamava sempre, l’ho incontrato nei posti più disparati, diciamo è un dato normale diciamo questo nel nostro rapporto. Questo discorso nasce piano, piano, cioè nel senso, quando lui gli dice che lo può aiutare, perché chiaramente gli dice ·· okay ti posso aiutare “, chiaramente si fa un accordo, un accordo che è di natura economica per l’attività di lobbying e che ammonta ad euro 400 mila complessive, di cui circa 80 mila euro dovevano essere date prima e il resto a risultato. Fatto questo accordo, ogni atto nei mesi successivi che accadeva, mi veniva inviato via mail da Gennuso e le mail che io produco, 07 ottobre 2013, 22 ottobre 2013, invece c’ho tutte le mail. ..
P. M. DOTT. FAVA Sì, sì, ora le acquisiamo, no volevo sapere soltanto, questo accordo …
TESTE CALAFIORE -… Sono scadenzate dico, è una attività… Quindi, per questa attività che le ho spiegato.
P. M. DOTT. FAVA – Sì, sì, questo accordo economico, diciamo che voi fate a tre quindi, cioè lei, Amara e Gennuso…
TESTE CALAFIORE – Sì, sì.
P. M. DOTT. FAVA- … Prevedeva un esborso complessivo da parte del Gennuso di 400 mila euro?
TESTE CALAFIORE – Sì.
P. M. DOTT. FAVA Ma Gennuso sapeva – perché evidentemente glielo aveva detto lei o Amara…
TESTE CALAFIORE Sì ma lui con Amara aveva poi dei rapporti diciamo diretti, a parte quando mi tempestava che non gli rispondeva dico, che poi io ero costretto in tutti i modi a rintracciare Amara e dirgli ” per favore rispondigli ” …
P. M. DOTT. FAVA No ma Gennuso sapeva che questo denaro doveva andare a finire, tramite il Caruso, a De Lipsis?
TESTE CALAFIORE – Allora, su questa circostanza voglio essere preciso: come ho dichiarato, io con me lui, non è che… Due mila volte me l’ha detto’· ah questi soldi, io ho pagato… ” però lui ne parlava anche con Amara, ci fu un momento in cui mi fece una battuta, mi disse·’ va beh ma tanto Amara me l’ha detto che vanno al Giudice, che vanno al Giudice’· ma una battuta che fece lui a me, io gli ho detto” va beh, se te l’ha detto Amara lo sai ” questa fu la storiella, però che io personalmente a lui, lui mi abbia detto, perché io comunque, visto anche il suo carattere, che parlava sempre al telefono, duemila telefonate, cioè io non mi sarei mai permesso, cioè io gli ho detto ” guarda, noi stiamo facendo l’attività di lobbying'” di Caruso lo sapeva, poi lui con Amara ci parlava duemila volte…
P. M. DOTT. FAVA Ecco ma di Caruso lo sapeva Gennuso che c’era Caruso…
TESTE CALAF[ORE – Sì, a un certo punto lo sapeva, sì, sì, che noi avevamo rapporti con questo lobbista sì…
P. M. DOTT. FAVA No ma che era Caruso poi anche protagonista?
TESTE CALAFIORE – Dopo questa fase sì, che era protagonista sì, perché ne parlava con Amara, lo massacrò …
P. M. DOTT. FA VA Eh ma lui sapeva anche chi era il Giudice che avrebbe dovuto ricevere questo denaro, c’è il nome e cognome …
TESTE CALAFIORE – Le ho raccontato la battuta, da me cioè io, ci fu questa battuta in un certo momento di grande diciamo emotività. C’era stato un momento di emotività, poi quando lui ha avuto il risultato del 2014 della sentenza diciamo, si è un po’ rilassato, poi il problema è stata l’ottemperanza successiva che ci dovevano fissare e cose varie, aveva già pagato 40 mila euro e sostanzialmente lì, lui mi fece quella battuta che le sto dicendo ” va beh, tu non mi dici niente, non mi parli di… Tanto io con Amara c”ho parlato, lo so che alla fin fine è Caruso e poi praticamente questo è amico del Giudice ”va beh dissi ” se lo sai tu che te l’ha detto Amara, mi fa piacere per te'”, cioè questa è la…
P. M. DOTT. FAVA – Ho capito, quindi allora, fate questo accordo sui 400 mila euro, 80 mila prima e 220 mila dopo…
TESTE CALAFIORE … 80 mila sì prima nel senso, nel corso… Sì nel corso guardi, 40 mila sì… Allora guardi, 40 mila lui li ha dati prima della sentenza, quella relativa all’annullamento delle elezioni che se non erro, è del 05 gennaio 2014.
P. M. DOTT. FAVA -40 mila quindi prima…
TESTE CALAFIORE – Prima del 05 gennaio e poi 40 mila…
P. M. DOTT. FA VA – A chi li ha dati a lei o ad Amara?
TESTE CALAFIORE – Allora, i primi 40 mila lì ha dati a me a Roma, li ha dati a me a Roma sì…
P. M. DOTT. FAVA Quindi contanti ovviamente?
TESTE CALAFIORE – Sì, sì contanti.
P. M. DOTT. FAVA E lei che utilizzo ha fatto di questi …
TESTE CALAFIORE No, io poi li diedi… Cioè allora, io li diedi ad Amara questi soldi, li consegnò Amara a Caruso questi soldi.
P. M. DOTT. FAVA Lei ha questo ricordo?
TESTE CALAFIORE – Sì, sì, sì, ho questo ricordo che li consegnò Amara a Caruso, potevamo essere anche insieme, io glieli ho consegnati, glieli ho portati, mi ricordo che glieli portai allo studio, questo me lo ricordo, però poi dico, quello era diciamo l’idea di questi soldi ma Roma allo studio… Sì zona studio, zona studio sì, poi Caruso passava sempre, cioè Caruso faceva casa mia, casa di Amara studio, casa mia, casa di Arnara, studio, se non trovava a me là a casa andava allo studio, se non mi trovava alla studio andava a diciamo…
P. M. DOTT. FA VA Per questa vicenda Caruso faceva continuamente questa spola?
TESTE CALAFIORE Sì, sì. ..
P. M. DOTT. FAVA- … O anche per altre questioni?
TESTE CALAFIORE – Anche per la questione” Open Land ” e la questione’· AM Group” sì…
P. M. DOTT. FAVA Quindi c’erano tre questioni quanto meno insomma?
TESTE CALAFIORE – Sì, si questo, sì, sì, assolutamente.
P. M. DOTT. FAVA- Quindi c’era continuamente questo giro di Caruso?
TESTE CALAFIORE Sì, sì.
P. M. DOTT. FAVA E quindi c’è stata questa consegna …
TESTE CALAFIORE – Sì 40 mila euro, 40 mila euro, sì. ..
P. M. DOTT. FAVA – E poi? E poi Gennuso ha dato altri soldi?
TESTE CALAFlORE – Sì, sì, li ha dati a me e questa volta li diedi io a Caruso, li diedi io a Caruso che venne vicino casa mia a Roma.
P. M. DOTT. FA VA – Ecco e quanti altri soldi ha dato a lei il Gennuso?
TESTE CALAFIORE – 40.
P. M. DOTT. FAVA Altri 40 mila euro?
TESTE CALAFIORE – Sì.
P. M. DOTT. FAVA- Quindi l’impegno iniziale Gennuso l’ha mantenuto?
TESTE CALAFIORE – Sì, sì, sì, Caruso si lamentava sempre che gliene erano arrivati 1O meno, 5 meno, però questo qua sa, non è che… Ma i soldi che mi sono stati dati quelli erano, 40 e 40.
P. M. DOTT. FAVA E Caruso diciamo, assicurava per così dire il risultato o assicurava solo l’intervento sul De Lipsis…
TESTE CALAFlORE – Cioè che Caruso’?
P. M. DOTT. FA VA -… Caruso a voi che tipo di assicurazioni vi dava se ve le dava, che cosa vi diceva…
TESTE CALAFIORE – Allora guardi, qui si apre un mondo, cioè Caruso, come ho dichiarato, lui sostanzialmente sì presentava come emissario, cioè quando l’ho conosciuto, lui si è presentato come emissario, cioè lui parlava in nome e conto, chiedeva in nome e conto, cioè poi che io abbia visto Caruso che gli dava i soldi, questo non l’ho visto, che lei mi chiede .. ha visto Caruso con De Lipsis ” sì, da Sergio tante volte in costanza di queste vicende, pranzare insieme, prendere la macchina insieme, una Punto grigia guidata da qualcun altro, non mi ricordo chi era, comunque Caruso avesse anche un autista. Questo l’ho visto, passeggiare a Piazza della Quercia, lei mi dice’· come fa a vederlo?’· perché io abitavo a vicolo della grotte 25, ora abito a cento metri avanti dico ma, a 50 metri dal Consiglio di Stato, di fronte c’ho il ristorante” Sergio” quindi io scendevo e li vedevo, questo io l’ho visto…
P. M. DOTT. FAVA L’ha mai salutato, vi siete mai conosciuti?
TESTE CALAFIORE No, no, io non c’ho parlato mai con De Lipsis.
P. M. DOTT. FA VA – Quindi una presentazione diciamo, Caruso non le ha mai detto ” vieni, ti presento De Lipsis ”?
TESTE CALAFIORE – No, questo non l’ha fatto mai.
P. M. DOTT. FAVA Quindi lei De Lipsis non l’ha mai conosciuto…
TESTE CALAFIORE No.
P. M. DOTT. FAVA- … Però ha visto molte volte insieme Caruso e…
TESTE CALAFIORE – Sì, anche lui diceva, cioè il fatto che erano amici, che lui praticamente quando si è presentato, cioè comunque lui si presentava come emissario in tutte queste vicende, questo sì.
P. M. DOTT. FAVA- Quindi come emissario di De Lipsis?
TESTE CALAFIORE Sì, sì, ma l’ha dichiarato sì, come emissario mi pare sì, ha detto…
P. M. DOTT. FAVA Lo so che l’ha dichiarato, però qui deve ripetere …
TESTE CALAFIORE No dico, mi pare che l’ho dichiarato come emissario, se la parola è la stessa che ho utilizzato all’epoca …
P. M. DOTT. FA VA E quindi il De Lipsis agendo tramite il Caruso, in qualche modo voi vi sentivate sicuri del risultato…
AVV. DIFESA TAORMINA – No, ·’ agendo tramite Caruso _, no, c’è opposizione alla domanda…
P. M. DOTT. FA VA Va beh, allora il Caruso…
GIUDICE – Come emissario …
AVV. DIFESA TAORMINA – Giudice, il problema è proprio questo, di capire se ha agito come tramite …
P. M. DOTT. FA VA Allora facciamo la domanda sulla… GIUDICE La riformula il Pubblico Ministero.
P. M. DOTT. FAVA [l Caruso quindi, che vi diceva, vi garantiva il risultato per così dire o vi garantiva l’intervento sul De Lipsis’?
TESTE CALAFIORE – Allora guardi…
P. M. DOTT. FAVA- … Oppure voi non avevate neanche bisogno diciamo…
TESTE CALAFIORE – Allora guardi, io !a dico molto sinceramente, a me all’inizio, a me francamente mi sembrava che – cioè come l’ho dichiarato mi sembrava che questo anche nella vicenda ‘· Open Land ” non è che aveva affidamento, io dicevo ” non credo che questo ci piglia per il culo ” cioè dico, alla fine con tutto il rispetto, dico all’inizio dico…
P. M. DOTT. FAVA Chi lo diceva ad Amara?
TESTE CALAFIORE – L’ho detto ad Amara io eh … Dopodiché però, diciamo che una cosa è la teoria della preso per il culo, una cosa è che poi le cose si verificano, a Pace io gliel’ho dato ii nome, non è che glielo ha dato un altro…
P. M. DOTT. FAVA Per le altre vicende…
TESTE CALAFIORE Sì, no, io sto facendo degli esempi, a Naso io gliel’ho dato il nome, non è che glielo ha dato un altro.
P. M. DOTT. FA VA – L’ha dato a Caruso?
TESTE CALAFIORE Certo.
P. M. DOTT. FA VA Questi due nomi li ha dati a Caruso e poi sono stati nominati lei dice…
TESTE CALAFIORE – Poi se voglio essere anche preciso, su Naso. poi sarò circostanziato perché dico, su questo punto… Su Naso mi fece cambiare anche il curriculum, perché Naso è un Professore universitario, io sto facendo l’esempio poi ritorniamo su Gennuso, per spiegarle, lei mi ha fatto una domanda, è corretto che io… Naso è un Professore universitario, se lei va su internet, c’è un curriculum che non finisce mai ma la prevalenza di quella sua diciamo competenza scientifica, è scientificamente collegato all’ingegneria meccanica, su quello che risulta dal curriculum che c’è su internet. Dopo che Amara mi disse'” diamogli Naso” e gli abbiamo dato Naso, sostanzialmente lui poi tornò mi disse ‘· no ‘· questa volta devo dire, il relatore – questo dico ” il relatore, mi ha detto ii Presidente, vuole un curriculum dove ci sono le prevalenze urbanistiche – quindi, con Amara, siamo dovuti ritornare da Naso per farci dare un curriculum dove lui metteva in risalto, la sua competenza urbanistica, io gli ho ritornato quel curriculum a Caruso, poi fu nominato Naso, ha capito? Quindi dico, non è che può essere… Poi se è un caso io non è che sono qui ad esprimere giudizi, non mi permetterei dico, io posso dire quello che ho fatto, poi ci mancherebbe …
P. M. DOTT. FAVA – Certo, certo invece tornando alla vicenda quindi Gennuso, c’è stato uno sviluppo anche processuale di questa vicenda…
TESTE CALAFIORE La vicenda Gennuso, lo sviluppo processuale dico, è molto semplice, qua ci sono un sacco diciamo… Quando si trova questo accordo, siamo già nel secondo semestre del 2013, poi mi ricordo che c’era l’udienza, chiaramente nel ricorso di Gennuso come facilmente verificabile dal petitum dello stesso, non è che chiedo il riconteggio, lui chiede la programmazione e l’annullamento delle elezioni se io non erro, però chiaramente questo era l’ idea ma in una prima fase dico, non è che uno poteva sapere… Caruso, devo dire, diceva ad Amara e poi dopo, quando è entrato in confidenza anche con me, lo diceva anche a me, che sostanzialmente garantiva lui, che non c’erano problemi e storie varie. Uscì una sentenza che non era un riconteggio di schede, era una verifica aritmetica se io non erro – una verifica aritmetica che riguardava verbali e conteggi, per un problema inerente ai vizi denunciati nel ricorso. Poi scompaiono le schede. Quando esce quella cosa, Gennuso dice ” ah ma io volevo essere proclamato… ‘· poi lo capisce bene, vuole essere programmato, cioè scusi un attimo, aspetta un attimo, vuole essere programmato! La sentenza questa è ma, a quel punto, incominciò ad essere incessante questa cosa. Scompaiono le schede, li si apre il problema che poi viene risolto con la sentenza del 05 di gennaio, depositata ii 05 febbraio ma non so la Camera di Consiglio quale ero, non glielo so dire, non me lo posso ricordare.. .
GIUDICE 16 gennaio.. .
TESTE CALAFIORE -… 16 gennaio mi scusi, questa del 16 gennaio, lì poi inizia ad essere incessante, scompaiono le schede e lì sostanzialmente, è lì che poi, essendo messo sottopressione Caruso, che poi in effetti quello ci diceva, ma guardi che già il ricorso glielo volevano rigettare, cioè lui cì diceva che il ricorso glielo volevano rigettare, già nella fase del conteggio aritmetico, quindi per lui era già un risultato, però Gennuso non lo capiva questo, lui voleva quello che aveva chiesto il suo Avvocato, mi sta capendo? Il suo Avvocato cosa aveva chiesto, la proclamazione, la proclamazione. Quindi pressioni continue su Caruso che garantiva il risultato della programmazione, cosa che poi avvenne, perché poi a un certo punto, Gennuso incomincia a telefonare, a tempestare poi direttamente Amara, sì sono visti, cioè questo… Poi a un certo punto ìo devo dire” va direttamente da lui .

Di la tua...
INTERROGATO DAL PM A ROMA / L’AVVOCATO GIUSEPPE CALAFIORE RACCONTA IL CASO GENNUSO: 80MILA EURO ANTICIPATI, IL RESTO A RISULTATO RAGGIUNTO ultima modifica: 2019-04-14T11:19:47+00:00 da IfattiSiracusa