A MELILLI UN CITTADINO SI LAMENTA PER IL CONCERTO DISORGANIZZATO E IL SINDACO LO MANDA A QUEL PAESE. SBONA: CI VUOLE MENO ARROGANZA E PIU’ UMILTA’

A MELILLI UN CITTADINO SI LAMENTA PER IL CONCERTO DISORGANIZZATO E IL SINDACO LO MANDA A QUEL PAESE. SBONA: CI VUOLE MENO ARROGANZA E PIU’ UMILTA’

Scrive il consigliere Salvo Sbona: “Mi sono reso conto degli incredibili disagi patiti dai melillesi in occasione del concerto della Turci. Della disorganizzazione, del mancato arrivo dei bus navetta. Come consigliere comunale mi scuso per i predetti disagi pur essendo di opposizione e non avendo organizzato il tutto. Ma in questi casi serve umiltà e non arroganza, ne va dell’immagine del paese”.

Niente umiltà e molta arroganza invece dal sindaco Carta. Incomprensibili e ingiustificabili le sue parole, scritte in italiano debole su Facebook (nella foto). In sostanza, rispondendo alla protesta di una cittadina che protestava, la signora Minetti,  Carta ha scritto “se le piace c’è questo, in caso contrario vada altrove”. Roba da non credere!

Di la tua...
A MELILLI UN CITTADINO SI LAMENTA PER IL CONCERTO DISORGANIZZATO E IL SINDACO LO MANDA A QUEL PAESE. SBONA: CI VUOLE MENO ARROGANZA E PIU’ UMILTA’ ultima modifica: 2018-05-11T11:24:32+00:00 da IfattiSiracusa